Women We Love | Monica Papagna, un progetto al giorno

Monica Papagna è una donna stupenda, alta e mora e dall’ampio sorriso. Passionale e appassionata, ha sapientemente miscelato i suoi interessi, cucinare, scrivere e fotografare, in un portfolio di competenze che la rende una delle blogger più complete e interessanti che conosciamo.

Una professionista come poche per serietà e orientamento al risultato che abbiamo la fortuna di annoverare tra le nostre amiche. Un vulcano di idee e iniziative che nella sua bio dice tutto in tre righe.

Mi chiamo Monica. Fotografo e scrivo da tutta la vita per lavoro e per passione. Cucino da sempre e tre anni fa ho aperto un biscotto al giorno. Sono appassionata di cinema e bevitrice di caffè. Vivo e lavoro a Milano.

Pragmatismo e creatività che in tre anni e tantissimo lavoro, l’hanno portata tra i migliori food-blogger italiani, dolcissimo punto di riferimento nella blogosfera.
Una WWL da un progetto al giorno che amerete anche voi!

monica_papagna_wwl_imnotagroupie

Ciao Monica, benvenuta tra le non-groupies, noi sperimentiamo sempre le tue ricette, però oggi vogliamo dedicarci a te e non solo ai tuoi biscotti.
Sei cresciuta in provincia, ma ora sei più milanese di tantissimi indigeni meneghini. Sappiamo quanto ami Milano, hai una spiccata personalità metropolitana e le luci del nuovo skyline fanno parte di te. Ti piacerebbe, prima o poi, aprire una tua pasticceria in città o sogni altre mete?

È proprio il mio sogno! Mi piacerebbe aprire uno di quei posticini in stile francese, pieno di dolcetti e sorrisi. Per ora sono riuscita ad aprire una società di catering, chissà che non riesca anche ad aprire la mia pasticceria prima o poi! Mi piace viaggiare, ma amo tantissimo Milano e mi vedo solo qui per vivere stabilmente, non immagino quindi la mia piccola pasticceria in un posto diverso, è impossibile!

Ti avranno chiesto mille volte come è nata l’idea di raccontare il cibo partendo da “Un biscotto al giorno”. Oggi invece vorremmo chiederti qual è la ricetta che più ti rappresenta? E subito dopo, c’è qualcosa che non mangeresti nemmeno sotto tortura?
Sicuramente i biscotti di Natale! Ci sono i profumi delle spezie, la cura con cui vengono preparati gli impasti e il pensiero di dedicare del tempo agli amici. Per me i biscotti di Natale racchiudono proprio tutto quello che è la cucina: amore e condivisione. Che sia condivisione sulla rete o condivisione con amici e parenti poco cambia, anzi, per me non c’è alcuna differenza.
Non mangio carne in generale, ma non ho mai assaggiato le interiora e non le mangerei per niente al mondo. Sono cose che proprio non fanno per me 🙂

monica_papagna_imnotagroupie

Sei un membro attivo della blogosfera e ti muovi con agilità e competenza sui vari social, cosa ha portato nella tua vita l’interazione virtuale con altre persone? Hai scoperto affinità, hai subito delusioni?
La rete e la vita reale sono identiche. All’inizio c’è grande entusiasmo, poi capisci che ti piacciono alcune persone e altre no, proprio come succede a scuola o in un qualunque ufficio. Ho trovato delle persone straordinarie con cui ho creato dei rapporti di amicizia veri e posso vantare dei lettori meravigliosi che mi seguono fedelmente, fanno le mie ricette e sono felici dei miei successi. Non potrei davvero chiedere di meglio. Per un blog nato per caso è un traguardo pazzesco.

Su questo blog ci vantiamo di essere non-groupie e abbiamo un manifesto pronto a ricordarcelo. Quali sono i principi che ispirano il tuo lavoro e la tua vita? Sapresti sintetizzarli in un solo punto?
Certo, il mio unico punto è l’etica. Faccio tutto seguendo la mia etica. Per esempio accetto solo collaborazioni con aziende in cui credo ed evito tutte le altre. Non è sempre facile rinunciare a dei soldi per un discorso etico, ma credo che alla lunga paghi. I lettori si fidano perché sanno che lavoro così. Ognuno dovrebbe agire in base alla propria etica, ma sono convinta che ci siano alcune cose che si registrano in rete che non dovrebbero essere nell’etica di nessuno. Chi lavora eticamente guadagnerà il favore del pubblico, chi cerca solo di sfruttare e svendere il proprio pubblico non ci riuscirà. In un mondo perfetto dovrebbe essere così, no?

monica_papagna_imnotagroupie2

Fotografa, esperta di food, travel blogger, comunicatrice e organizzatrice di festival cinematografici. Abbiamo capito che difficilmente tra un anno ti troveremo allo stesso indirizzo e che con altrettanta difficoltà ci rivelerai cosa stai progettando. E allora la domanda con la quale ti salutiamo è: cara Monica, cosa cucini stasera?
C’è un progetto molto bello che a settembre mi vedrà in edicola! Presto vi saprò dire di più 🙂
Per quanto riguarda la cena vi deluderò perché sono in fase detox (cioè ci provo ripetutamente senza riuscirci) e la mia cena prevede quinoa con verdure. Dai magari anche un biscottino, ma uno solo!

E noi che speravamo in qualche ricetta da leccarsi le dita! 😉 Ringraziamo Monica che è a tutti gli effetti una non-groupie! Per rifarvi gli occhi con i suoi viaggi e le sue deliziose creazioni, seguitela su un biscotto al giorno su facebook e instagram. Ne vedrete delle belle!

photo credits Monica Papagna un biscotto al giorno | tutti i diritti sono riservati

About Nunzia Arillo

Sociologa, communications manager e, soprattutto, napoletana. Costantemente impegnata nella lotta tra serio e faceto. Riempie la sua vita - con la stessa intensità - di innovazione, libri e caffè. Non si ferma davanti a niente, nemmeno di fronte all'etichetta "lavare solo a secco". Crede nella reincarnazione e nella prossima vita vorrebbe essere manichino da Bergdorf Goodman. E' sedotta dal lusso, ma conosce la parola "mercatino" in tutte le lingue del mondo. Scrive sempre e ovunque pure su rotoloni asciugatutto (true story), non meravigliatevi di trovare la sua firma su magazine di musica, moda e luxury. Mollerebbe tutto per seguire Ivano Fossati ma la sua unica divinità è Stevie Wonder. La mattina si sveglia con il sorriso ma non dovete parlarle prima del caffè. Adora i numeri dispari, ma le piace ordinare le cose per 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *