Vinitaly 2015 | I vini del Valcalepio Blogger Tasting

Ieri ho vissuto una prima volta importante: la mia prima partecipazione al Vinitaly di Verona.
Sono stata ospite del Consorzio Tutela Valcalepio che ha organizzato il #ValcalepioBloggerTasting, un incontro tra le eccellenze del territorio bergamasco e un gruppo ristretto di blogger appassionate di enogastronomia.

Abbiamo iniziato il nostro incontro con l’introduzione della giornalista Silvia Tropea Montagnosi, che da anni si occupa, tra le molteplici attività, di promuovere e tutelare tutti quei prodotti locali di grande pregio, che non siano necessariamente riconosciuti come DOP o IGT.

Tra queste specialità troviamo anche il formaggio Branzi, prodotto con esperienza quarantennale dalla Casera Monaci, e utilizzato anche per fare la famosa polenta taragna.
Saporito e aromatico, dal colore acceso tipico dei formaggi prodotti con il latte d’alta montagna, è stato un antipasto perfetto, accompagnato dalla Garibalda – un pane fornito dall’associazione Aspan di Bergamo e realizzato utilizzando semola rimacinata di grano duro, farina integrale, farina gialla e farina di grano saraceno – e da un profumatissimo Moscato Giallo della Bergamasca IGT, passito dal gusto morbido ma persistente, prodotto dall’Azienda Agricola La Rovere.

valcalepio_vinitaly_imnotagroupie_01

Abbiamo poi scoperto e assaggiato la novità casearia presentata domenica a Vinitaly, il Formaggio Nero della Nona: il signor Attilio Perego, milanese trapiantato per amore nella Val di Scalve, ha recuperato l’antica ricetta di questo formaggio, con una crosta nera ricoperta di spezie che con la stagionatura penetrano nella pasta e la rendono aromatica e particolarmente saporita. Questo prezioso formaggio, oltre a sentori di miele e incenso, nasconde un ingrediente segreto che non sono riuscita a scoprire…

valcalepio_vinitaly_imnotagroupie_02

valcalepio_vinitaly_imnotagroupie_03

Dopo un aperitivo così invitante, confesso che il mio stomaco ha immediatamente reclamato i piatti dello chef Diego Pavesi dell’Albergo Ristorante Della Torre di Trescore Balneario, che ha cucinato per noi:

i casoncelli alle pere piröle, pancetta croccante, formai de mut 2012 conditi con burro delle montagne bergamasche ed erba salvia, accompagnati da un Terre del Colleoni doc Incrocio Manzoni 6.0.13, vino dedicato a una clientela giovane,  incrocio tra Pinot Bianco e Riesling Renano, prodotto dalla Cantina Bergamasca

valcalepio_vinitaly_imnotagroupie_04

valcalepio_vinitaly_imnotagroupie_05

il coniglio di cascina, in un boccone senz’osso, stufato nel Valcalepio rosso doc, tenerissimo e succulento, accompagnato da un elegante Valcalepio Rosso DOC della società agricola Il Calepino

valcalepio_vinitaly_imnotagroupie_06

valcalepio_vinitaly_imnotagroupie_07

la nuova polenta e ösei, un dolce ispirato alla sua prima maestra in cucina, la cuoca Maria Bani in Coppini, grande chef del Ristorante Pergola, un tempo presente a Borgo Canale in Bergamo Alta e meta prediletta del grande enologo e gastronomo Luigi Veronelli, a cui è dedicato il Padiglione Lombardia; questa dolcissima ricetta fatta di ricordi sapienti e ricercata fantasia è stata accompagnata dal prestigioso e profondamente aromatico Moscato di Scanzo Docg Serafino, dell’Azienda Il Cipresso, anche produttrice di piccoli scrigni di cioccolato fondente, ripieni di Moscato o di Grappa di Moscato

valcalepio_vinitaly_imnotagroupie_08

valcalepio_vinitaly_imnotagroupie_09

Questo festival di sapori s’è concluso con brevissime chiacchiere condivise con Luigi Odello, presidente del Centro Studi Assaggiatori, che ci ha illustrato le regole basilari per imparare a degustare un buon caffè.

L’incontro negli spazi del Consorzio Tutela Valcalepio è stata anche l’occasione per conoscere il progetto del Fuori Expo 2015, Domus Bergamo – Bergamo Wine 2015″,  che vedrà il Consorzio tra i suoi sostenitori: da marzo a ottobre, in Piazza Dante a Bergamo, all’interno della Domus troverà spazio un’enoteca con caffetteria e ristorante e una dispensa di prodotti gastronomici che durante l’intera giornata sarà di supporto all’attività culturale e informativa.
Concerti, incontri, convegni, degustazioni e molto altro ci aspettano quindi nel centro di Bergamo per i prossimi otto mesi, una ragione in più per visitare la città che ospiterà all’Accademia Carrara-GAMeC la mostra dedicata a Palma il Vecchio.

Dopo questo luculliano blogger tasting, condiviso con piacere in un’atmosfera divertita e rilassata, sono certa che tornerò prestissimo nella bergamasca, per ritrovare i sapori e i profumi della Valcalepio.

#VacalepioAVinitaly
#ValcalepioBloggerTasting
#Vinitaly2015

Ho scritto questo post ascoltando:

About Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si trasferisce a Milano nel 2008 e diventa un angelo custode di eventi. Lettrice appassionata, modera incontri letterari ed è stata direttore artistico di una rassegna segreta e notturna. Ha fondato www.lalettricegeniale.it per dedicarsi con slancio e perseveranza ai libri e alla lettura. Pratica mindfulness, mangia e beve con gusto e adora rilassarsi ascoltando musica jazz. Ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando "La Bohéme".

2 thoughts on “Vinitaly 2015 | I vini del Valcalepio Blogger Tasting

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *