Trentino | Che bella la montagna in autunno!


#visitrentino

Chi frequenta questo blog sa che io sono una montanara in erba, che ha scoperto da pochissimi anni il piacere di camminare lungo un sentiero in salita.

Le mie recenti vacanz(in)e estive in Trentino Alto Adige mi hanno lasciato una gran voglia di tornare al più presto a respirare l’aria buona dell’alta montagna, senza dover per forza aspettare l’estate 2016.
Purtroppo io non sono una grande appassionata di neve e, data la mia nota capacità di farmi male anche solo respirando, l’idea di sciare mi spaventa quanto l’incontro con uno yeti incazzoso.
Quindi, come fare a rivivere le emozioni di una passeggiata tra i monti, prima che l’astinenza diventi troppo forte?

Ci pensa il Trentino, che anche quest’anno prolungherà l’apertura di molte strutture in quota fino a ottobre inoltrato e in alcuni casi anche a novembre!
Immaginate i colori e i sapori dell’autunno, ammirati e gustati nei rifugi più belli: cosa volere di più?
La mia risposta è prezzi accessibili!

Perchè sì, la voglia di alta quota è tantissima, ma il portafogli piange sempre lacrime amare, che però Visit Trentino è in grado di asciugare in un attimo, con le sue offerte di soggiorni per tutti i gusti e per tutte le tasche.

trentino_Pio_ Geminiani_imnotagroupie
Rifugio Passo Principe – credits Pio Geminiani, tutti i diritti sono riservati

Ad agosto sono stata a un passo così dallo sfiorare il Rifugio Passo Principe, dove avrei voluto dormire e assaporare tutta l’atmosfera di una serata a chiacchierare con persone provenienti dai luoghi più diversi, in attesa di un’alba mozzafiato.
Un’esperienza purtroppo rimandata, ma che con un po’ di fortuna e di buona volontà potrei riuscire a cogliere entro fine ottobre.

Al di là del continuare a coltivare la mia personale sfida Elena vs la Montagna, sono davvero numerosi i rifugi che non chiuderanno all’arrivo dell’autunno e che hanno studiato proposte per chi vuole vivere le atmosfere montanare più emozionanti e diverse: non solo gastronomia stagionale ma anche attività culturali e di svago, come corsi di fotografia e di pittura, e, ancora, osservazioni del cielo e passeggiate naturalistiche per incontrare e avvicinare gli amici animali.

trentino_Carlo_Baroni_imnotagroupie
Rifugio Roda di Vaèl – credits Carlo Baroni, tutti i diritti sono riservati

Per esempio, questo weekend (26 e 27 settembre), al rifugio Roda di Vaèl in Val di Fassa potrete ammirare l’arco celeste partecipando a “Un rifugio e le sue infinite stelle”, in collaborazione con l’Associazione Astrofili Trentini.

trentino_Daniele_Lira_imnotagroupie
Rifugio Sette Selle – credits Daniele Lira, tutti i diritti sono riservati

Avete dei bambini e volete far vivere loro un’esperienza magica? Fino al 30 settembre il rifugio Sette Selle in Lagorai propone ogni lunedì ai bambini “Ninna nanna al rifugio”, con letture e attività ricreative per i più piccoli.

Per i veri sportivi escursionisti – ciò che io diventerò tra qualche anno, dopo un po’ di allenamento – sono tantissime le proposte di trekking, tra le tre e le sei notti in rifugio, lungo itinerari come il Brenta Trek Expert, nel Parco Naturale Adamello Brenta, o il “Dolomiti Trek King” in Val di Fassa.

Invidiosissima di chi può fisicamente permettersi una vacanza di questo tipo, continuo a programmare piccoli training, in attesa di diventare una montanara doc.

Siete curiosi di scoprire tutte le offerte a vostra disposizione?
Sul sito www.rifugi.visittrentino.it potete trovare tutte le informazioni di cui avete bisogno.
Il Trentino non ci delude mai, nemmeno in autunno.

credits foto di copertina Jonas Bendiksen – tutti i diritti sono riservati

markettafree

Buzzoole

About Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si trasferisce a Milano nel 2008 e diventa un angelo custode di eventi. Lettrice appassionata, modera incontri letterari ed è stata direttore artistico di una rassegna segreta e notturna. Pratica mindfulness, mangia e beve con gusto e adora rilassarsi ascoltando musica jazz. Ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando "La Bohéme".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *