Travel | Una gita fuori porta a Montevecchia

Guardando le numerose foto che accompagnano questo post, penserete che sono stata a fare un bel weekend in Toscana… ebbene, fermi tutti, occhi e orecchie aperte: queste dolci colline sono in provincia di Lecco, a poco più di 40 minuti da Milano.

Sto parlando di Montevecchia, nella Valle del Curone, un piccolo paese con poco meno di duemila e cinquecento abitanti nella Brianza Orientale.

Sul punto più alto della collina di Montevecchia sorge il santuario della Beata Vergine del Carmelo, che si raggiunge dopo aver percorso una scalinata meno ostica di quel che appare.
Di origini medievali, si attribuisce la costruzione della prima chiesetta ai Longobardi che la dedicarono a San Giovanni Battista. La chiesetta fu distrutta nel 1570 a causa di un incendio e successivamente ricostruita tra il 1630 e la metà del Settecento. Nel 1924 il santuario fu dedicato alla Beata Vergine del Carmelo e consacrato nel novembre del 1954.

Certo, non rimarrete particolarmente incantati dalle opere d’arte all’interno della chiesetta, ma il segreto della sua vera bellezza passa da una porticina a destra dell’ingresso principale: da lì potrete accedere alla terrazza, dove una vista mozzafiato vi consentirà di ammirare il paesaggio brianzolo, fino a intravedere Milano e la sua nuova skyline.
Nei giorni limpidi e soleggiati, potrete vedere anche la Torre Unicredit, il Grattacielo Isozaki, l’area del nuovo Portello. Tutta la nuova Milano si scaglia verso il cielo e da Montevecchia potrete divertirvi a riconoscere i palazzi e i quartieri.

Scendendo verso il centro del paese, passerete davanti alla casa di famiglia di un’antenata non-groupie del Settecento, la matematica Maria Gaetana Agnesi, e arriverete alla piccola gelateria Monte Bianco che prepara anche un gusto eccezionale, la mela con cannella.
Le colline di Montevecchia sono dolci e cariche di vigneti, da cui si produce l’IGT Terre Lariane, che potrete degustare nelle numerose aziende vinicole e negli agriturismi del territorio.

E se amate fare lunghe passeggiate nel verde, studiate gli undici sentieri del Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone e partite per una piccola avventura.

A Montevecchia tornerò sicuramente, per mangiare e bere, ammirando un paesaggio davvero suggestivo.
Chi ha voglia di venire con me?

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

Montevecchia

montevecchia_imnotagroupie_18

Montevecchia

Montevecchia

About Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si trasferisce a Milano nel 2008 e diventa un angelo custode di eventi. Lettrice appassionata, modera incontri letterari ed è stata direttore artistico di una rassegna segreta e notturna. Pratica mindfulness, mangia e beve con gusto e adora rilassarsi ascoltando musica jazz. Ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando "La Bohéme".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *