Friday Summary | Sardegna everywhere!

FRIDAY SUMMARY

ovvero qualche consiglio per il week-end e tante altre cose belle da fare e da vedere, quando vi pare

Carloforte_imnotagroupie
Carloforte – Isola di San Pietro

Un sesto delle non-groupie è orgogliosamente (e perdutamente) sardo e la restante parte ama la Sardegna. Terra di contrasti, di colori inimmaginabili e terra di mare, dove la gente di mare non è. Vogliamo provare a raccontarvela in modo diverso, con percorsi originali e spunti continentali.

CONSIGLI DI LETTURA E DI ASCOLTO

Proprio durante un viaggio in terra sarda nel 2013, incontrammo per la prima volta Vanessa Roggeri con la sua opera prima Il cuore selvatico del ginepro. E’ invece dello scorso anno Fiore di fulmine, entrambi editi da Garzanti. Autrice cagliaritana, giovane e con una penna realista che racconta e descrive , per nostra fortuna si è concentrata sul romanzare storie della sua terra e non su tristi libri per single trentenni in spiaggia. Vanessa vi rapirà con il suo mondo di donne magiche, forti, antiche ma allo stesso tempo moderne ed il ginepro acquisterà un significato nuovo, ogni volta che ne sentirete il meraviglioso profumo. Ianetta e Nora sono due bambine, due donne potenti nel corpo di esseri fragili e troppo accessibili, eppure, ognuna a suo modo, avranno il sopravvento sull’intera società che le circonda.

Ilcuoreselvatico_imnotagroupie.jpg

Fioredifulmine_imnotagroupie

La musica sarda ha una tradizione cantautorale importante e anche le modalità e gli strumenti sono particolari e tipici.
Vi consigliamo di ascoltare i Cantu a tenore e Sa Launeddas, ma in particolare c’è una canzone romantica e intensa che dovreste conoscere e che vogliamo presentarvi. No potho reposare nasce agli inizi del ‘900 dal testo di una poesia di Salvatore Sini e viene musicata pochi anni dopo. Qui nella versione di Maria Carta, cantautrice e attrice sarda di fama internazionale. E’ bellissima, siete d’accordo?

L’ANGOLO DEL FAI-DA-TE
AVETE DEL TEMPO LIBERO? PROVATE QUALCHE PROGETTO DIY O UNA RICETTA NUOVA

Arte antica, artigianale e delicata, l’intreccio viene utilizzato per realizzare cestini di ogni tipo e misura. Alessandra Floris realizza dei magnifici tutorial, sembra quasi facile, proviamo?

Avete invitato a pranzo gli amici, prima di trascorrere il resto del pomeriggio in panciolle sotto il sole? Ecco una ricetta veloce e gustosa, tipicamente sarda: è il pane frattau, qui spiegato con dovizia di particolari da Veruschka di Vera in cucina, che in Sardegna abita davvero e quindi con lei non possiamo certo sbagliare ricetta!

pane frattau di Vera in Cucina

COSA FARE A NAPOLI, A MILANO E ALTROVE

A Napoli, anzi a Pozzuoli, esiste un posticino davvero carino per assaggiare la Sardegna: la taverna Menhir. Situata in un posto strategico sulle scalinate che dominano il porto, propone la tradizionale cucina sarda, da non perdere salumi e formaggi con pane carasau, accompagnati da un calice di Cannonau.

A Milano se volete gustare la cucina sarda a due passi dal Dom, potete andare da Sardò, piccolo bistrot in via Verziere, dove troverete i classici e gustosi culurgiones, ma anche le casadine, scrigno di pasta di semola che racchiudono un cuore di formaggio vaccino, e i carasini, roll di pane carasau morbido di prima cottura.

Nell’isoletta sarda più remota, esattamente nell’Isola di San Pietro in località Becco, trovate la Sardegna che non vi aspettate. Luogo di genovesi e arabi, carrugi e saline, scogliere e calette. Oltre gli aironi e le piante selvatiche di ginepro, dopo alcuni chilometri di strada rossa non battuta, trovate il Poecylia Resort . Pluripremiato dal Touring Club Italiano tra Le 100 dimore di charme in Italia. Padroni di casa i deliziosi Piero e Simona, con una storia di arte, fotografia e viaggi alle spalle che dovrete farvi raccontare nelle lunghe colazioni, nel cortile dal sapore berbero. La scogliera ed il tramonto sono regina e re di questa vacanza, il digital detox assicurato e l’esperienza umana garantita. Fatevi questo regalo.

Poecylia_01_imnotagroupie

Poecylia_03_imnotagroupie

Poecylia_imnotagroupie

LAZY TIME
ALCUNI CONSIGLI PER PASSARE IL TEMPO

Sapete chi sono i Minierabondi? Sono un gruppo di persone che amano le miniere abbandonate, le scoprono e le condividono nel web.  Molto bello il loro lavoro di mappatura del patrimonio di miniere della Sardegna, alcune sono piccolissime e sconosciute. Vale proprio la pena di visitare le loro pagine per scoprire quanta bellezza questa isola nasconda anche all’occhio più attento. Come ad esempio, avete mai visto Porto Flavia in località Masua?

buoni_propositi_porto_flavia_imnotagroupie

Quanta voglia di Sardegna vi abbiamo iniettato in corpo? Quali altri tesori avete conosciuto? Non vediamo l’ora di leggere le vostre ispirazioni!
Ma non dimenticate di vivere il weekend che sta per arrivare. La vita vi aspetta, ci incontriamo là fuori.
Con tanti sorrisi, le vostre non-groupie.

About Redazione

La redazione delle non-groupie è un luogo scoppiettante, dove le idee si accavallano, bisticciano, prendono forma e si liberano nell'etere. Tante menti diverse, che mettono i propri pensieri a disposizione l'una dell'altra, per creare post che raggiungano altre non-groupie ma anche tutti quei maschi che credono nel non-groupismo come stile di vita.

4 thoughts on “Friday Summary | Sardegna everywhere!

  1. Uscendo dai luoghi comuni sardi: Costa Smeralda e affini, mi garba citare la Basilica della Santissima Trinità di Saccargia a meno di 20 km da Sassari sulla strada per Olbia.
    Ottimo weekend Non-Groupie!

    1. Grazie Sandra, il tuo gusto per le perle più rare oramai è acclarato. Sono andata a cercare notizie sulla Basilica e dalla sua storia alla magnificenza è davvero stupenda. Buon fine settimana a te, un abbraccio

      1. Sono passati davvero tanti anni da quando l’ho visitata, ma mi è rimasta nei ricordi più di tante vippate che alla fine è solo cemento = Porto Cervo. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *