Musica | la playlist di settembre

Diciamolo, non è mai facile riprendere i ritmi dopo la pausa estiva.
Ma qui c’è chi la pausa estiva non l’ha praticamente fatta e ha avuto tutto il tempo di pensare a come accogliervi musicalmente al rientro dalle vacanze con una playlist degna di questo importante compito.

Innanzitutto, mentre molti si sono convinti che la canzone dell’estate 2015 sia stata scritta e cantata da qualche italiano o latinoamericano, la mia è stata questa: duraniane per sempre!

Ci vuole dolcezza per rientrare nelle vesti cittadine, ci vuole calore per affrontare la sveglia alle sette del mattino.
Nessuno è più adatto del dio Stevie Wonder per iniziare una nuova fase della vita!
In questo disco capolavoro, c’è anche I don’t know why, straziante dichiarazione d’amore che da qualche giorno mi frulla nella testa…

Ci vuole della sana energia per affrontare la sveglia alle sette del mattino (o anche prima!).
Overdoors è il disco tributo ai Doors, uno dei gruppi preferiti del trombettista Luca Aquino, che mischia le sonorità rock con la creatività del jazz contemporaneo. Se al mattino puntate la sveglia con Peace Frog sono certa che salterete giù dal letto con una certa rapidità, pronti a infilare le scarpe da runner e a correre nel parco sotto casa.
Non ci crederete mai, ma da ieri io mi sveglio così.

Se invece al mattino avete bisogno di carburare con lentezza, ecco cosa vi serve: Soley è la nuova Bjork e il suo nuovo disco Ask the deep è perfetto per svegliarsi con la luce autunnale e con il rumore della pioggia fuori dalla finestra.

Dopo il risveglio, energico o dolce, bisogna decidersi a uscire di casa per andare in ufficio. In questi giorni mi aiuta moltissimo la sfrontatezza della voce di Natasha Bedingfield, cantante britannica che nel 2007 ha pubblicato il disco N.B., arrabbiato quanto basta per salire in metropolitana e sopportare il fiume di umanità che deve affrontare un nuovo giorno.

Infine, siete reduci da una pesante riunione in cui vi sono state chieste le sette fatiche di Ercole?
Ispirandomi alla regina della frustrazione e della nevrosi Ally McBeal, non posso che consigliarvi di ascoltare il rassicurante vocione di Barry White.

Forza e coraggio, il rientro è difficile ma settembre è anche il mese dei nuovi inizi.
Che programmi avete per la vostra vita nel futuro prossimo?
Mentre ci pensate, non dimenticate di ascoltare le vostre canzoni preferite.
Buona musica a tutti!

About Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si trasferisce a Milano nel 2008 e diventa un angelo custode di eventi. Lettrice appassionata, modera incontri letterari ed è stata direttore artistico di una rassegna segreta e notturna. Pratica mindfulness, mangia e beve con gusto e adora rilassarsi ascoltando musica jazz. Ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando "La Bohéme".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *