Musica | la playlist di novembre

Chi l’ha detto che novembre è un mese triste?
Complice questo clima decisamente mite, quasi primaverile, noi non-groupie abbiamo deciso di dedicare la playlist del mese all’allegria!

In moltissimi ci avete scritto per dirci che non utilizzate Spotify, perchè in ufficio non potete scaricarlo e quindi vi perdete tutto il bello della nostra playlist.
Siccome vi vogliamo bene, abbiamo deciso che nei nostri post dedicati alla musica, perseguiremo due strade:
cinque video tratti da YouTube, tratti da cinque dischi che ci sono piaciuti e che vogliamo consigliarvi, e una playlist finale, ascoltabile su Spotify, che li racchiude tutti.

Iniziamo con un disco del 2008, Jim di Jamie Lidell.
La sua “Another day” ci fa venire voglia di saltellare e battere le mani a tempo.
Vi unite a noi?

Melody Gardot è una delle nostre cantanti preferite!
Vogliamo condividere con voi la gioia che ci mette addosso la sua “Mira”, tratta dal suo penultimo disco, The Absence.

Se c’è una band che riesci a farci sculettare senza tregua e ci rende ballerine sorridenti e spensierate, è certamente quella fondata nel 1979 da “Bluey” Maunick!
Gli Incognito vanno ascoltati soprattutto dal vivo. Se non siete mai stati a un loro concerto, inseritelo come compito nella vostra to do list, non ve ne pentirete.
Parola di non-groupie.

Continuiamo con un’altra interprete che ci piace tantissimo: Stacey Kent nel 2013 ha reinterpretato un classico di Jobim. Stacey con la magia della sua voce ci lascia sempre un sorriso incantato, domani esce il suo nuovo disco e non vediamo l’ora di ascoltarlo.

Quanto ci manca Michael Jackson? Non riusciamo a quantificarlo solo con le parole!
Per questo chiudiamo con una delle sue canzoni postume e un video che fa venire voglia di ballare.
Poi c’è anche quel figo di Justin Timberlake, che è sempre un bel guardare.

Se avete cinque ore libere, ecco dove potete ascoltare per intero la nostra playlist del mese.
Buon divertimento, che siano giorni leggeri e pieni di allegria!

About Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si trasferisce a Milano nel 2008 e diventa un angelo custode di eventi. Lettrice appassionata, modera incontri letterari ed è stata direttore artistico di una rassegna segreta e notturna. Pratica mindfulness, mangia e beve con gusto e adora rilassarsi ascoltando musica jazz. Ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando "La Bohéme".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *