Musica| Gli ascolti di Ottobre

Ottobre è stato un mese con belle uscite musicali e alcuni ascolti sono diventati delle costanti nella mia playlist. Così dopo il successo del post su Le canzoni delle non-groupie del 2016 abbiamo pensato di raccontarvi anche cosa gira sui nostri device e nelle nostre orecchie nei mesi successivi.

Devendra Banhart

ascolti-ottobre-devendra-banhart-imnotagroupie

Incredibile a dirsi ma è il nono album per il cantautore americano! Ape in pink marble è il racconto di storie quotidiane piccole e sussurrate. Ricordi autentici, alcuni dolorosi, spiritualità e osservazione della realtà che lo circonda. A Devendra Banhart piace mettere in musica i suoi appunti sugli argomenti più disparati, con leggerezza. A volte mi ricorda i disegni di Sempè, che con poesia e sense of humour ti fanno immaginare la vita.
Non saprà suonare la chitarra in modo eccelso e le doti canore sono nella norma ma è capace di uno stile solo suo che con garbo, gioco e raffinatezza affronta la vita e la musica.
A chi non è capitato di avere un mood così in un saturday night qualunque?

Lisa Hannigan

ascolti-ottobre-lisa-hannigan-imnotagroupie

Lisa Hannigan ritorna con il terzo album  At Swim dal mood minimal e con un sound nuovo e più crepuscolare. Vi piacerà ascoltare la voce della Hannigan che ondeggia sulle note, in balìa di sentimenti contrastanti come onde.
Se volete saperne di più, qui c’è la recensione completa che ho scritto per Lost Highways.
Quale miglior singolo possiamo lanciarvi da questo album se non questa?

Regina Spektor

ascolti-ottobre-regina-spektor-imnotagroupie

Il ritorno di Regina Spektor ve lo avevamo già preannunciato. E a fine settembre potemmo tutti quanti pregustare il suo nuovo Remember us to life  anticipato da “Bleeding heart”.
Sarà una mia impressione ma l’uscita autunnale, regala anche a questo ascolto una chiave più cupa.  Registrato con una orchestra al completo, l’album della cantautrice moscovita naturalizzata americana mi parla di emozioni trattenute troppo a lungo. Del panico e del dolore pressato giù nello stomaco, fino a quando non esplode.
Avvertenza se non vi piaccono i coretti cadenzati di sottofondo, non cliccate su play qui sotto 🙂

Questi ascolti sono quelli che più ci hanno fatto compagnia nel mese di ottobre e voi cosa avete ascoltato di bello? Come sempre venite a raccontarcelo qui sotto o sulla pagina facebook.

About Nunzia Arillo

Sociologa, communications manager e, soprattutto, napoletana. Costantemente impegnata nella lotta tra serio e faceto. Riempie la sua vita - con la stessa intensità - di innovazione, libri e caffè. Non si ferma davanti a niente, nemmeno di fronte all'etichetta "lavare solo a secco". Crede nella reincarnazione e nella prossima vita vorrebbe essere manichino da Bergdorf Goodman. E' sedotta dal lusso, ma conosce la parola "mercatino" in tutte le lingue del mondo. Scrive sempre e ovunque pure su rotoloni asciugatutto (true story), non meravigliatevi di trovare la sua firma su magazine di musica, moda e luxury. Mollerebbe tutto per seguire Ivano Fossati ma la sua unica divinità è Stevie Wonder. La mattina si sveglia con il sorriso ma non dovete parlarle prima del caffè. Adora i numeri dispari, ma le piace ordinare le cose per 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *