Milano | Matti da slegare al Teatro Carcano

Quando Gioele mi invita a teatro, non dico mai di no.
Perchè a Gioele Dix voglio molto bene come persona, ma sono anche una sua grandissima ammiratrice, quindi ricevere un suo invito è un piacere al quadrato. E se lo ricevo per la prima di uno spettacolo di cui è regista, andiamo verso l’entusiasmo al cubo, con capriole annesse.

Dello spettacolo Matti da slegare avevo sentito parlare durante la lavorazione e la mia curiosità era aumentata in modo esponenziale scoprendo che Giobbe Covatta e Enzo Iacchetti, due attori che mi piacciono e mi divertono molto, sarebbero stati i protagonisti di questa piece teatrale tratta dalla commedia Elling & Kjell Bjarne del norvegese Axel Hellstenius (da cui fu tratto nel 2001 il film Elling diretto da Petter Næss, candidato all’Oscar come migliore film straniero 2002).

Matti da slegare

Elia-Iacchetti e Giovanni-Covatta, sono due amici inseparabili.
Si sono conosciuti in una struttura psichiatrica protetta, dove hanno trascorso molti anni: Elia, sensibile e autoironico, era stato ricoverato in seguito alla morte della madre, con cui aveva un rapporto morboso; Giovanni, rude ma generoso figlio di una madre alcolista e violenta, da sempre a digiuno di amore e attenzioni, è fissato con il cibo e il sesso.
Al termine di un lungo periodo trascorso in clinica, i due amici vengono mandati a vivere da soli, in un appartamento nel centro della città.
Da quel momento, l’inserimento nella normale quotidianità diventerà una sfida – a tratti terrificante per chi è stato isolato per anni – che i due riusciranno ad affrontare, nonostante le bizzarre fragilità: scopriranno di avere dei talenti, dai quali ripartiranno per costruire una nuova vita, fatta su misura.
Iacchetti e Covatta sono strepitosi nel portare in scena i tic, le manie e le paure di due cuori un po’ matti e profondamente puri.
Non vi racconto di più, per non rovinarvi la visione, ma si esce da teatro con una conferma: è la ricerca della bellezza, nelle parole e nei sentimenti, che può diventare cura per l’infelicità, le nevrosi, lo stress.
Un insegnamento che appartiene a tutti noi e che non dovremmo mai dimenticare.

Con Elia e Giovanni si ride e, lo confesso, ci si commuove un poco.
Viene voglia di abbracciarli e di fare parte della loro strampalata famiglia.
Andate a conoscerli, vi aspettano a Milano fino al 13 marzo.

Matti da slegare

Teatro Carcano di Milano
da mercoledì 24 febbraio a domenica 13 marzo 2016
MATTI DA SLEGARE
di Axel Hellstenius – Traduzione di Giovanna Paterniti – Versione italiana della commedia Elling & Kjell Bjarne
Adattamento e regia Gioele Dix
Con Giobbe Covatta, Enzo Iacchetti, Irene Serini, Gisella Szaniszló
Scene e costumi Francesca Pedrotti – Disegno luci Carlo Signorini – Musiche Ugo Gangheri
Coproduzione Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano – Mismaonda
euro 34,00/25,00
per prenotazioni 02 55181377 – 02 55181362
www.teatrocarcano.com

About Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si trasferisce a Milano nel 2008 e diventa un angelo custode di eventi. Lettrice appassionata, modera incontri letterari ed è stata direttore artistico di una rassegna segreta e notturna. Pratica mindfulness, mangia e beve con gusto e adora rilassarsi ascoltando musica jazz. Ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando "La Bohéme".

4 thoughts on “Milano | Matti da slegare al Teatro Carcano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *