Milano | Madama Hostel & Bistrot, un ostello bellissimo

Per un’emiliano-romagnola non è assolutamente facile sentirsi a casa a Milano.
Dopo otto anni di residenza sono ancora pochissimi i luoghi dove mi sento accolta a braccia aperte, con cordialità ed entusiasmo.
Da sabato, però, ho una nuova meta in caso di estremo bisogno di sentirmi avvolta e protetta da  mura domestiche: il nuovo Madama Hostel & Bistrot, in via Benaco 1, ha conquistato il mio pollice recto (e il mio cuore!).

Mi metto nei panni di un turista che arrivi a Milano in questi giorni afosi.
Al Madama c’è l’aria condizionata in tutte le camere e nelle aree comuni.
Ogni stanza è dotata di bagno privato, ci sono prese usb a ogni letto.
Appena arrivati – a qualsiasi ora, la reception è sempre aperta – vi offrono un drink di benvenuto, mentre la colazione e la cena a buffet sono incluse nel (modico) prezzo della camera.
Il tutto a due passi (reali) dalla fermata della metropolitana di Lodi T.I.B.B.

Ora, invece, mi metto nei panni di chi, come me, ha voglia di trascorrere una serata con le amiche, davanti a un cocktail o a una birretta fresca.
Arrivi al bistrot e ti accomodi a un tavolo, semplicemente stupendo.
Tutti gli arredi dell’ostello e del bistrot, infatti, sono stati costruiti da giovani artigiani provenienti da tutto il mondo, attraverso un percorso di costruzione partecipata, sotto la supervisione di Controprogetto.
Per alcune settimane, i ragazzi hanno lavorato sui materiali di recupero, trasformandoli in oggetti di design unici e bellissimi, affiancando gli esperti di Controprogetto nell’arte del costruire attraverso il lavoro manuale.
Guardate le foto della sala comune e soffermatevi sulle sedie:
un cerchione di una bici, una molla gentilmente offerta da un meccanico e le decorazioni a triangolo create utilizzando vecchi infissi.
Un vero capolavoro di creatività!

Al bistrot puoi incontrare gli amici e puoi conoscere persone provenienti da tutto il mondo.
E se poi vuoi fare nottata, giri l’angolo e puoi accedere all’Ohibò, il circolo culturale dove vanno in scena concerti, performance, mostre e tantissimi altri eventi.
Io ho addirittura sentito dire che a novembre salirò su quel palco, in veste di presentatrice, ma questa è un’altra storia…

In ultimo, volete sapere qual è la cosa che mi piace di più in assoluto?
Il Madama Hostel & Bistrot è un ex commissariato di polizia.
Oggi è diventato un luogo d’incontro ricco di energia positiva.
Il riscatto di queste mura è il riscatto di tutti coloro che credono nei sogni e non hanno paura di realizzarli.

Benvenuto Madama!

Madama Hostel & Bistrot
via Benaco 1
20139 Milano
tel. +39 366 3107485
e-mail info@madamahostel.com

madama_hostel_imnotagroupie_01

madama_hostel_imnotagroupie_02

la cucina attrezzata e riservata agli ospiti

madama_hostel_imnotagroupie_03

la sala comune

madama_hostel_imnotagroupie_04

madama_hostel_imnotagroupie_06

madama_hostel_imnotagroupie_07

gli spazi del bistrot

madama_hostel_imnotagroupie_09

madama_hostel_imnotagroupie_10

madama_hostel_imnotagroupie_11

madama_hostel_imnotagroupie_12

madama_hostel_imnotagroupie_13

l’esibizione di Raffaele Kohler durante l’inaugurazione di sabato

About Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si trasferisce a Milano nel 2008 e diventa un angelo custode di eventi. Lettrice appassionata, modera incontri letterari ed è stata direttore artistico di una rassegna segreta e notturna. Pratica mindfulness, mangia e beve con gusto e adora rilassarsi ascoltando musica jazz. Ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando "La Bohéme".

2 thoughts on “Milano | Madama Hostel & Bistrot, un ostello bellissimo

  1. Per me, emiliano, in cattività milanese da nove, valgono lo stesso principio e la medesima cornice. Assonanze&affinità. Ave atque vale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *