Life | Say it in six words

Say it in six words – Dillo con sei parole

six_words_imnotagroupie

Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti!
Nanni Moretti in Palombella Rossa

Sapreste descrivere la vostra vita in sole sei parole?
Sembra una frivolezza e invece trovo che sintetizzare la propria vita, desideri, aspirazioni, ferite e e vittorie è una sfida solo apparentemente semplice e di una potenza davvero sorprendente.
Provate a pensarci con attenzione oppure buttate giù tutto d’istinto e vedrete che il risultato finirà con lasciarvi stupefatti.

Ora vi starete chiedendo come mi è venuto in mente.  Stavo organizzando il lavoro e facevo delle ricerche per una lezione su marketing e comunicazione che terrò a breve per un bel gruppo di giovani aspiranti startupper.  E mi sono imbattuta in Larry Smith e in Six Words.

Nel 2006 , Larry Smith  pose a sè stesso questa semplice domanda: Puoi descrivere la tua vita in sei parole?  Da allora  il progetto Six Words Memoirs è diventato una ispirazione e ha coinvolto milioni di persone in tutto il mondo che hanno condiviso le loro sei parole su SMITH Mag.
La storia della nascita di questo interrogativo prende il via da una passeggiata sul lungomare di Atlantic City fatta da Larry assieme al nonno. Un percorso che ha cambiato la sua vita, come ci spiega in questo celebre TED-Talk visto da 3.053.083 persone (ad oggi).

Avrete capito che Smith è un fiume in piena e oltre a lanciare il progetto, il magazine e fare il consulente in giro per il mondo, ha pubblicato diversi libri sempre ispirati al suo metodo six words.

Il suo ultimo libro mi ha davvero incuriosita The Best Advice in Six Words: Writers Famous and Obscure on Love, Sex, Money, Friendship, Family, Work, and Much More, in pratica i migliori consigli provenienti da scrittori, attori, personaggi famosi e illustri sconosciuti  sempre in sei parole.

Ogni argomento è affrontato: Amore, Sesso, Soldi, Amicizia, famiglia, lavoro, e molto altro.
I consiglieri sono Molly Ringwald, Goldie Hawn, Madeleine Albright, Julianne Moore, Lemony Snicket, e Gary Shteyngart, ma anche persone comuni che hanno imparato una cosa o due nel corso della loro vita. Il risultato è davvero eccezionale.

Ecco alcuni famosi six-words advisor

La nostra Shonda non poteva deluderci! Il suo six words advice è Agisci e non sognare!

“Be a doer, not a dreamer.” Shonda Rhimes, produttrice (Photo by Mark Davis/Getty Images)

Simpatico Frank McCourt, autore di Le Ceneri di Angela che motteggia: La miserabile infanzia porta royalties, intendendo dire che le sue sofferenze trasposte su carta gli hanno fruttato qualche soldino. E beato lui!

six_words_mccourt_imnotagroupie
“The miserable childhood leads to royalties.”  Frank McCourt, Scrittore (Photo by SMITH Magazine)

Una delle mie preferite è di Katie Couric che stende tutti rivelandoci finalmente il segreto della vita: Famiglia, Amici e Bacon.

six_words_couric_imnotagroupie
“Secret of life: Family. Friends. Bacon.” Katie Couric, anchorwoman CBS

Ho deciso di cimentarmi anche io e ho scelto le mie sei parole di oggi. Forse non sono la perfetta sintesi della mia vita, ma sono l’esatta trasposizione della tensione al miglioramento che cerco di imporre alle mie giornate.

six_words_nunzia_imnotagroupie

E voi, quali parole scegliereste?

About Nunzia Arillo

Sociologa, communications manager e, soprattutto, napoletana. Costantemente impegnata nella lotta tra serio e faceto. Riempie la sua vita - con la stessa intensità - di innovazione, libri e caffè. Non si ferma davanti a niente, nemmeno di fronte all'etichetta "lavare solo a secco". Crede nella reincarnazione e nella prossima vita vorrebbe essere manichino da Bergdorf Goodman. E' sedotta dal lusso, ma conosce la parola "mercatino" in tutte le lingue del mondo. Scrive sempre e ovunque pure su rotoloni asciugatutto (true story), non meravigliatevi di trovare la sua firma su magazine di musica, moda e luxury. Mollerebbe tutto per seguire Ivano Fossati ma la sua unica divinità è Stevie Wonder. La mattina si sveglia con il sorriso ma non dovete parlarle prima del caffè. Adora i numeri dispari, ma le piace ordinare le cose per 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *