Libri | La tentazione di essere Lorenzo Marone

Domenica scorsa ho partecipato al brunch Longanesi, un evento che convoca lettori, influencer e blogger per presentare un libro in uscita, tra chiacchiere in amicizia, un bicchiere di vino e buon cibo.
Mi sento sempre molto onorata e fortunata quando ricevo l’invito da Longanesi, a maggior ragione quando il libro di cui parleremo non è ancora arrivato sugli scaffali delle librerie.

La tristezza ha il sonno leggero è uscito lunedì 7 marzo e l’incontro di domenica con Lorenzo Marone ci ha svelato in anteprima la storia di Erri, il protagonista del libro, che – come il suo autore – è sopravvissuto alla separazione dei genitori quando era un bambino.
Oggi Erri ha poco più di quarant’anni e, di primo acchito, può sembrare un perdente, uno che passa il tempo a lamentarsi e che si crogiola nella propria condizione d’infelice incompreso.

Sì, devo ammetterlo, per le prima cinquanta pagine Erri avrei voluto prenderlo a schiaffi, gridandogli in faccia “SVEGLIAAA!”, per scuoterlo dal torpore della minima sopravvivenza.
Poi, però, andando avanti nella lettura e ascoltando la genesi del romanzo direttamente dalla voce di Lorenzo, mi sono affezionata a questo uomo troppo giovane per essere vecchio e troppo vecchio per essere giovane.
Erri ha sofferto per i feroci litigi dei genitori, per la loro scelta di essersi lasciati con astio, per essere stato costretto a vivere con il costante peso della mancanza e del rifiuto.
Così ha scelto di avere una vita fin troppo normale: l’università, una laurea, un lavoro che non lo soddisfa, una moglie, nessuna passione, troppi sogni infranti. Erri non trascorre le sue giornate, Erri le subisce.

La prima cosa che direi a un figlio, una volta adulto, sarebbe: “Fai il possibile perchè ciò che ti piace non diventi un passatempo da coltivare solo nel fine settimana. E’ la via più diretta per trasformarsi in un infelice”.

A volte chi si preoccupa per te può fare molti più danni di chi a stento si accorge della tua presenza.

Un giorno, però, quella sopravvivenza si sgretola e lui è costretto ad aprire gli occhi, ad affrontare tutto il non detto, a prendere atto che non tutta la colpa può essere attribuita alla madre virago (di cui non dimenticherete mai il nome) e al padre assente.
Erri deve riprendere in mano la sua sopravvivenza e tentare di trasformarla in vita.

Dicono che la sofferenza renda migliori le persone.
Io sono una persona sensibile grazie al dolore che ho ingurgitato.
Certo, se sapessi anche cosa farmene di tutta questa sensibilità.
Perchè sarà pur vero che chi ha sofferto è più delicato e profondo, ma sono sempre i felici quelli che ti sorridono senza un perchè.

Come si ricomincia da se stessi?
Beh, dovrete leggere il libro di Marone e vi assicuro che non vi peserà affatto, io l’ho divorato in tre giorni.
Con uno stile leggero e fortemente umoristico, che canzona certa borghesia tutta apparenza e poco sentimento, Lorenzo Marone trasforma l’infelice e inetto Erri in un piccolo eroe comune, a cui è impossibile non affezionarsi.
Intorno a pagina 148 ho iniziato a fare il tifo per lui, a pagina 200 mi sono trasformata in una cheerleader, inneggiando il suo nome, a pagina 330 mi sono commossa e alla fine io Erri l’ho abbracciato forte.
Perchè Erri è uno di noi ed è capace di ricordarci, con pochissime parole, come funziona la vita.

La vita successiva mi ha poi spiegato alcune cose: che non sempre un bacio deve essere con la lingua, che le scuse spesso non cancellano le ferite e che l’amore, corrisposto o meno, serve a ricordarti che sei vivo, in mezzo a una marea di morti.

Lorenzo Marone - La tristezza ha il sonno leggero

Lorenzo Marone - La tristezza ha il sonno leggero
Longanesi ci ha invitati a giocare con il libro e a concludere, a modo nostro, alcune frasi. Sullo schermo, una mia perla.
lorenzo_marone_brunch_longanesi_06
1^ perla di cinismo

Lorenzo Marone - La tristezza ha il sonno leggero

lorenzo_marone_brunch_longanesi_05
2^ perla di cinismo

About Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si trasferisce a Milano nel 2008 e diventa un angelo custode di eventi. Lettrice appassionata, modera incontri letterari ed è stata direttore artistico di una rassegna segreta e notturna. Ha fondato www.lalettricegeniale.it per dedicarsi con slancio e perseveranza ai libri e alla lettura. Pratica mindfulness, mangia e beve con gusto e adora rilassarsi ascoltando musica jazz. Ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando "La Bohéme".

2 thoughts on “Libri | La tentazione di essere Lorenzo Marone

  1. Sono stata invitata una sola volta da Garzanti a un evento privato per la presentazione di un libro e ne sono stata super megagalatticamente onorata e felice al punto che alla fine ho chiesto come diavolo fosse successo!
    Di questo libro ne ho già sentito parlare molto bene, ho in programma acquisti libreschi senza freni nei prossimi giorni per cui…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *