Libri | Lettori mecenati con Bookabook

Le non-groupie odiano l’editoria a pagamento, gli editori che si approfittano delle velleità artistiche degli autori e gli autori che farebbero qualsiasi cosa pur di vedersi pubblicati.
Le non-groupie amano i libri scritti bene, le case editrici indipendenti che investono ogni giorno nella ricerca di nuovi scrittori e le piccole librerie con i librai veri, che non vendono solo Vespa o gli youtubers.

Da oggi le non-groupie amano molto anche Bookabook e ora vi spieghiamo il perchè.

Cos’è Bookabook?

L’innovativo progetto è nato poco più di due anni fa da un’idea di Tomaso Greco e Emanuela Furiosi, che sono giovani, brillanti e, soprattutto, coraggiosi.
Bookabook è una casa editrice che pubblica i libri che raggiungono un certo obiettivo di raccolta fondi attraverso il crowdfunding.
Voi mi direte: ma non è più o meno la stessa cosa dell’editoria a pagamento?
No, decisamente no.

Innanzitutto, non sono gli scrittori a pagare per la propria pubblicazione.
Una volta passata la prima selezione sulla qualità del manoscritto, a cura di un severo team di redattori ed editor, viene creata una campagna di raccolta fondi per arrivare alla stampa del libro e alla sua distribuzione.
Da quel momento in poi, saranno i lettori a decidere le sorti del manoscritto, finanziando la pubblicazione con una quota da versare, che ovviamente equivale al costo del libro.
Se il progetto va in porto, il pre-ordine diventa un ordine vero e proprio e i lettori che lo hanno finanziato ricevono a casa il volume, prima ancora che arrivi nelle librerie.

Bookabook segue tutti i passaggi per dare al libro la giusta dignità, diversamente da quanto accade con l’editoria a pagamento, dove i libercoli vengono abbandonati al triste destino dell’anonimato e poi, dopo qualche mese, mandati al macero.
Con Bookabook il libro finanziato avrà un editing e un’impaginazione accurata, una copertina studiata alla perfezione, la produzione dei formati digitali, la stampa e la distribuzione, sia online che tradizionale, e, infine, la promozione, anche attraverso le classiche ma sempre utili presentazioni in libreria.

Tutto quello che non vi ho raccontato ma che volete sapere e approfondire, lo trovate QUI.

Bookabook

Cosa leggere edito da Bookabook?

Ecco il mio consiglio per voi che state studiando la lunga lista di volumi da portare in vacanza.

Fino all’ultimo inverno di Nadia Dalle Vedove è un romanzo breve, intenso, viscerale.
L’ho letto in meno di due ore, su un Freccia Bianca che mi riportava a Milano e l’ho amato profondamente, lasciandomi penetrare dalle parole, dai periodi concisi, dai dialoghi fulminanti.

Il romanzo inizia con un fatto sconvolgente, avvolto in un’atmosfera gelida e candida, che ne attutisce l’impatto sul lettore. Il paesaggio è quello di Fargo, il cult cinematografico del fratelli Cohen, dove la spessa coltrina di ghiaccio e neve ammorbidiva i tratti di una trama crudele.
Si trasforma poi in un romanzo di formazione, un po’ Giovane Holden, per l’insolita maturità del protagonista Mattia, un po’ David Copperfield, per le pressioni e le violenze psicologiche che attraversano la vita di questo dodicenne in fuga dalle proprie radici e da se stesso, da un mondo che è andato nella direzione sbagliata e che, forse, sta per crollare.

Infine, la storia si lascia attraversare da una sorta di vena pulp, tra combattimenti sul ring e per le strade, tra gente che muore e gente che ha smesso di vivere.

Il romanzo di Nadia è stato una scoperta, un tourbillon di bellezza graffiante.
Non lo dimenticherò molto presto.
Leggetelo.

Nadia Dalle Vedove - Fino all'ultimo inverno

markettalight

About Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si trasferisce a Milano nel 2008 e diventa un angelo custode di eventi. Lettrice appassionata, modera incontri letterari ed è stata direttore artistico di una rassegna segreta e notturna. Pratica mindfulness, mangia e beve con gusto e adora rilassarsi ascoltando musica jazz. Ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando "La Bohéme".

3 thoughts on “Libri | Lettori mecenati con Bookabook

  1. Ho superato la selezione di Bookabook ma poi mi ha preso il panico da “noncelafaròmaiaraccogliereisoldi” e ho lasciato perdere alla firma del contratto. Probabilmente ora nei loro uffici sta appesa la mia foto con la dicitura “persona instabile” anche se sono stati super carini con me e la proposta è solo congelata, in caso uscissi dal tunnel!

    1. Noooooo Sandra!!! Ma come?
      Noi siamo fanissime di Bookabook e siamo sicure che saresti riuscita a raggiungere il tuo obbiettivo!
      Loro sono molto bravi con la promozione, non abbandonano lo scrittore a se stesso.
      E poi ci sono gli amici, le non-groupie, i lettori forti e i lettori entusiasti, ti avremmo sostenuto tutti sicuramente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *