Libri | Audible e l’arte dell’ascolto

Audible è in Italia da maggio ed è finalmente arrivato anche a me con un’offerta dedicata, prova gratuita per i primi 3 mesi, in quanto cliente Amazon Prime.

pastorale_americana_imnotagroupie

Audible è il servizio di audiolibri che fa parte del grande gruppo di Bezos e con 9,99 € al mese assicura l’accesso a migliaia di titoli, oltre 70 mila ore di letture in italiano e in lingua originale. I titoli in italiano sono oltre 2.000, 10.000 quelli in inglese.  Allo stesso modo di Netflix per i film e Spotify per la musica, questa piattaforma mette a disposizione l’intero catalogo senza limitazioni, con una cifra mensile in abbonamento si ha diritto ad ascoltare tutto quello che le nostre orecchie ed il tempo a disposizione consentono.

Non vengono proposti solo libri ma anche quotidiani e riviste periodiche, podcast, programmi radio, guide turistiche e lezioni di lingua. Insomma, per tutti i gusti e tutti i momenti, per quanto mi riguarda mi ha conquistata e vi dico perchè:

  1. Anche se mi fate i discorsi sul profumo della carta e sulla comodità del Kindle, Audible ha un posto tutto suo. Io amo la carta e possiedo fin troppi libri per metro quadro, leggo eBook per comodità e per lo stesso motivo ascolto da anni i libri in macchina. Quindi gli audiolibri non sostituiscono carta e eBook, sono semplicemente un’esperienza diversa, una terza faccia dell’amore per la lettura oltre che unico sollievo ad ore e ore di autostrada quando persino la musica ti sembra rumore.
  2. Avete mai ascoltato un libro? E’ un’esperienza totalmente diversa, come dicevo. Tanto entri nella storia nell’intimità della lettura, quanto vieni affascinata dalla trama quando una voce suadente te la racconta. Provate la sera, al buio, prima di addormentarvi, attivando la funzione sleep che vi consente di impostare il timer per cui l’ascolto si interromperà dopo un tempo prefissato o alla fine del capitolo. Goduria e lotta all’insonnia vinta. E a proposito di voci, in questi giorni sto ascoltando Pastorale Americana di Philip Roth letto da Massimo Popolizio, voce italiana di Bruce Willis, Lord Voldemort e Tom Cruise, solo per parlare della sua attività di doppiatore: fantastico!
  3. Quando ero piccola avevo il famoso giradischi arancione, quello portatile per i 45 giri. Lo amavo tantissimo e possedevo diverse storie e favole su disco. Ecco, Audible per me è la stessa coccola, sempre con me.
Il famoso giradischi arancione!
Il famoso giradischi arancione!

Il catalogo italiano è sempre più ricco, oltre Pastorale Americana, che potrete anche vedere nelle sale in queste settimane, ci sono libri notevoli letti da voci ancora più notevoli. Tra le mie scelte :

  • tutta la collezione di Gianrico Carofiglio, letta da Gianrico Carofiglio, con la sua adorabile inflessione pugliese
  • i libri di Elena Ferrante, perchè non so chi lei sia, ma conosco e apprezzo molto Anna Bonaiuto che li legge per noi

ferrante_imnotagroupie

  • i titoli di Raul Montanari, letti da Raul Montanari, per gli stessi biechi motivi per cui mi piace Carofiglio

montanari_imnotagroupie

  • Stupore e Tremori di Amélie Nothomb con la splendida ‘esse’ di Laura Morante
  • L’incontro di Michela Murgia, letto dalla stessa scrittrice, con un piglio inimitabile

murgia_imnotagroupie

  • Novecento di Alessandro Baricco, letto da Stefano Benni

E ce ne sono tanti altri. Provate ad ascoltare i vostri libri del cuore e anche a fare l’esperimento contrario: la lettura di un libro che non avete amato, sono sicura che potreste cambiare opinione. I libri degli autori, letti dagli autori stessi, hanno poi quel sapore particolare delle serate in libreria, quando si ha la fortuna di incontrare gli scrittori dal vivo.

Infine vi racconto cosa mi sta succedendo, rispetto a quando vado in libreria o a quando cerco un contenuto in eBook non arrivo al libro per autore ma per narratore. E così cerco Claudio Bisio che mi legge Pennac, oppure Lella Costa che mi racconta una storia.

Insomma è proprio un altro approccio l’audiolibro ed io vi assicuro che vale la pena provare questa nuova forma dell’essere lettore.

Per scaricare l’App ed iniziare il mese gratuito, trovate qui tutti i link.

markettafree

About Agnese Scarito

Mamma di gemelli, digital pre-Social, sostenitrice del tacco 12 ma proprietaria di Birkenstock. Leggo, ascolto, scrivo e lavoro in ordine sparso. Ho fissazioni anziane come Mina, Cesare Pavese e le auto. Amo i cambi Steptronic ma la mia macchina preferita è una Giulietta del '59. Mi appassiono di quasi tutto, se chi me lo racconta ha passione. Quindi scrivo per passione.

2 thoughts on “Libri | Audible e l’arte dell’ascolto

  1. Il giradischi arancione c’era anche turchese!
    Allora, gli audiolibri, in un paese come l’Italia che non legge, mettono a segno un bel +, insomma vanno alla grande. Magari in auto per i viaggi lunghi.
    Il mio editore mi ha proposto di farlo, ma ahimè le solite scarse risorse non constentono di assoldare chissa che attori e ho dovuto declinare: ho una pessima voce e parlo in frettissima – infatti il mio editore non l’ha mai sentita – e a parte che credo nella professionalità del motto “ognuno faccia il suo lavoro” e sarebbe uscito una ciofeca.

    1. Ciao Sandra!
      C’era anche turchese? Really? Ora lo cerco. Che nostalgia.
      Per quanto riguarda Audible, credo che il suo valore aggiunto sia anche nelle altre pubblicazioni oltre ai libri.
      Vediamo cosa diranno i dati italiani dopo almeno un anno dal suo ingresso.
      A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *