Libri | Aspettando “L’amore che ti meriti” di Daria Bignardi

A me piace Daria Bignardi.
Questo post lo inizio così, con questa dichiarazione d’ammirazione, secca e inoppugnabile.

Mi piace la sua pacatezza televisiva, che cela la sicurezza di chi ha una preparazione solida, e ammiro il suo humour, sottile, mai sguaiato, spesso più esilarante di quanto lei stessa – secondo me – si aspetti.
Soprattutto, io amo la Bignardi scrittrice, quella che ha raccontato un commovente ritratto di famiglia in “Non vi lascerò orfani”, che ha trovato le parole per descrivere una storia femminile ma non certo rosa in “Un karma pesante” e che ha saputo creare Arno, il personaggio maschile de “L’acustica perfetta”, un uomo che impara ad amare davvero, fino in fondo, la sua Sara.

Il 3 ottobre uscirà, ancora una volta per Mondadori, il suo quarto romanzo.
Un titolo bellissimo, “L’amore che ti meriti”, e una storia ambientata nella città più bella del mondo, la nostra (sua e mia) Ferrara.

Non vedo l’ora di leggerlo.
Per me e per voi, ecco la sinossi.

Ferrara. Alma e Maio hanno appena finito la scuola, si godono l’euforia d’inizio estate. Sono fratelli, legati da un affetto e da una vitalità profondissimi, oltre che da Michela, fidanzata di lui e migliore amica di lei. La vita scorre serena, anzi, felice: ma loro non lo sanno, di essere felici.
Sarà solo Alma, anni dopo, a rendersi conto che quelli sono stati gli ultimi istanti della loro felicità.
È la fine degli anni Settanta, l’eroina comincia a dilagare: una sera per gioco Alma e Maio la provano. È Alma a proporlo, sarà Maio a non riuscire più a liberarsene. Sarà lui a sparire per sempre, inghiottito in una notte di nebbia sul Po.
I genitori non sopravviveranno al dolore, Alma sì, ma come una reduce che non merita la propria fortuna. Bologna, trent’anni dopo.
Antonia scrive gialli, è sposata con un commissario di polizia solido ma appassionato, è al quinto mese di gravidanza. È l’unica figlia di Alma, che per la prima volta le racconta della scomparsa di Maio.
Antonia parte subito per Ferrara: è qui, nell’atmosfera dolce e misteriosa di una provincia piena di orgoglio e di segreti, dove ogni pietra ha una storia antichissima eppure il cielo sembra nuovo ogni giorno, che questa giovane donna conduce una ricerca avventurosa, destinata a svelare intrecci sepolti dal tempo, a riportare alla luce una verità bruciante eppure capace di restituire libertà a chi era schiacciato dal peso opaco del silenzio.

Daria Bignardi - L'amore che ti meriti
Daria Bignardi – L’amore che ti meriti

Sperando di averla ancora ospite nella piccola scatola lilla Il Mio Libro, parto con uno degli amati countdown che popolano la mia vita.
Meno quattordici.

Ho scritto questo post ascoltando:

About Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si trasferisce a Milano nel 2008 e diventa un angelo custode di eventi. Lettrice appassionata, modera incontri letterari ed è stata direttore artistico di una rassegna segreta e notturna. Pratica mindfulness, mangia e beve con gusto e adora rilassarsi ascoltando musica jazz. Ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando "La Bohéme".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *