Le antenate | Wallis Simpson

Ho sempre avuto il coraggio per affrontare le novità che la vita ti offre.
Wallis Simpson

Wallis Simpson

Nata 120 anni fa, Bessie Wallis Warfield fu sicuramente una delle donne più affascinanti del secolo scorso, pur non avendo una bellezza canonica e il physique du rôle della seduttrice.
Americana, di buona famiglia borghese, Wallis fu scandalosa ancora prima di venire al mondo. Concepita all’inizio della relazione, in un’epoca in cui l’apparenza contava più della sostanza, la madre e il padre furono costretti a un matrimonio riparatore, nonostante le rispettive famiglie non approvassero l’unione.
Buon sangue non mente mai.

La giovane Wallis, dal DNA ribelle, a vent’anni incontrò un misterioso (e ubriacone) ufficiale dell’aviazione della United States Navy. Il matrimonio durò comunque a lungo e si dice addirittura che Wallis ebbe pure il tempo di tradirlo con Galeazzo Ciano, genero di Mussolini.
Pare che Wallis avesse simpatie nella destra, che fosse nazista o fascista poco le importava.
Probabilmente lei non guardava ai colori delle bandiere politiche, lei mirava al benessere, al lusso, alla vita bella. E in quel periodo, la destra andava per la maggiore.

Wallis Simpson

Era giovane Wallis, scaltra ma non particolarmente profonda. Divorziò da quel marito pericoloso e si risposò con Ernest Aldrich Simpson, a cui sottrasse per sempre il cognome.
Lui era ricco, ma non abbastanza per farla vivere nel modo in cui lei aveva sempre sognato, tra perpetui ricevimenti lussuosi e infinite vacanze esotiche.
E fu proprio durante uno di quei ricevimenti che incontrò per la prima volta Edoardo, il Principe di Galles e futuro Re d’Inghilterra.

Wallis Simpson e Edoardo

Wallis ed Edoardo divennero amanti nel 1934, scatenando le ire funeste della famiglia reale.
La pratica di divorzio dal secondo marito non era ancora stata avviata, lei non aveva origini aristocratiche e di certo, con il suo comportamento sempre molto anticonformista, non aveva saputo rendersi simpatica nel nobile mondo inglese.
Il mondo intero si domandava: com’è possibile che questa donna non bellissima abbia fatto perdere la testa a un principe?
E lei rispondeva:

Non sono bella, ma quello che so fare è vestirmi meglio di chiunque altro.

Wallis Simpson

Edoardo salì al trono nel 1936, continuando ad amare la sua Wallis. Scandalosa fu quella crociera nel Mediterraneo: un re e una borghese sposata con un altro, in un viaggio decisamente romantico, senza il marito di lei. Roba da far crollare l’intera Gran Bretagna!
Decisissimo a sposarla e a restarle accanto per sempre, fu messo alle strette dal protocollo reale e dalla costituzione britannica. Wallis, compresa la gravissima situazione, che avrebbe potuto mettere a rischio il regno e la posizione del suo amato, fuggì nel sud della Francia.
Lui l’avrebbe dimenticata e tutto sarebbe tornato a scorrere sotto il beneplacito della monarchia e del governo inglese.

Wallis Simpson

Allora Wallis non era davvero l’arrivista che tutti avevano dipinto? Lo amava davvero quello spilungone alto, che portava il peso di una corona mai veramente desiderata?
Molto probabilmente sì, era vero amore.
Ci aveva messo anni a trovarlo, aveva sposato altri uomini, ma la passione e l’amore erano tutti per quell’inglese dal sangue blu.

Edoardo non resistette lontano da lei, divenne intrattabile, angosciato, depresso.
Il 10 dicembre 1936, Edoardo VIII firmò le carte che segnavano la sua abdicazione al trono.
Uno dei gesti d’amore più grandi che la storia ricordi.
Gli successe il fratello Giorgio, che concesse alla coppia il titolo di Duca e Duchessa di Windsor.
Wallis, ormai nota in tutto il mondo, fu eletta Donna dell’Anno dal settimanale Time.
La rivincita di tutte le amanti segrete.

Wallis Simpson con il marito Edoardo

Wallis ed Edoardo finalmente si sposarono e la loro vita, passata la seconda guerra mondiale, scorse felice in Francia, dove, tra un party mondano e quotidiani attimi tranquilli, rimasero fino alla fine della loro unione.

Wallis Simpson e Edoardo

Fu la morte di Edoardo, nel 1972, a spezzare una delle storie d’amore più travagliate e passionali del Novecento.

Cosa fece Wallis dopo aver perso il grande amore della sua vita?
Si ritirò a vita privata, anche se non smise mai d’essere affascinante e un poco eccentrica.
Alla sua morte, nel 1986, fu sepolta accanto al marito.
Nemmeno il triste mietitore è riuscito a separarli.

Wallis Simpson

Wallis Simpson

Madonna, che è sempre stata attratta dai personaggi femminili forti, contorti e molto discussi (Frida Kahlo ed Evita Peron ne sono l’esempio), nel 2011 curò la regia di W.E., il film che ripercorre la storia di questo grande amore, intrecciandosi con un’altra sofferta storia contemporanea.
Il film, da vedere se volete sentire davvero la forza di quella passione, vinse l’Oscar nel 2012 per i migliori costumi.

w_e_imnotagroupie

Era una non-groupie la nostra Wallis?
Certamente no, se guardiamo alle sue idee politiche e agli errori di gioventù.
Certamente sì, se vogliamo credere alla forza dell’amore che la unì per sempre a Edoardo.

[articolo redatto da Elena Giorgi]

About Redazione

La redazione delle non-groupie è un luogo scoppiettante, dove le idee si accavallano, bisticciano, prendono forma e si liberano nell'etere. Tante menti diverse, che mettono i propri pensieri a disposizione l'una dell'altra, per creare post che raggiungano altre non-groupie ma anche tutti quei maschi che credono nel non-groupismo come stile di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *