I love you Ruth Young!

Accadono fatti straordinari in questa mia fagocitante Vita.
Si affacciano confortevoli e rassicuranti magie, ricamate da spiazzante naturalezza.
Dovuti incontri di Anime gemelle.
Ieri sono stata sorprendentemente invitata a prendermi cura di una Donna straordinaria e in un attimo è scattato il colpo di fulmine.
Abbracci così forti da cancellare le piccole solitudini e baci carichi di Amore, pronti a colmare l’insicurezza di cristalline creature uniche al mondo.
È bastato un “ciao” per essere travolta da un’immediata empatia con Ruth Young, amante e musa del trombettista Chet Baker dal 1972 al 1983.
Confidarsi con Ruth, ridere, scherzare, commuoversi leggendo i biglietti d’amore che Chet le lasciava sui comodini delle camere d’albergo.
RaccontarLe di me, condividere con tanta ironia e leggerezza le difficoltà che si affrontano quando ci si scontra con l’egocentrismo di chi ama la tromba più di quanto potrà amare Noi.
Sentirsi chiamare “goddess”, ridere di fronte alla sfrontata dichiarazione che Chet mi avrebbe certamente amata, lasciarsi voler bene da qualcuno che si conosce appena.
EsserLe accanto fino al momento in cui si mette a cantare per un pubblico rapito da quest’infinita grazia e sensualità.
Una voce erotica e fumosa, che invade un luogo incantato e buio, illuminando gli angoli incupiti di anime ferite.
Ballare un lento abbracciate strette, ascoltare un consiglio profetico “7 anni e non uno di più” e rendersi conto che nessuna ti ha mai compresa in questo modo così profondo e perfetto.
Condividere tutto questo con un’Amica preziosa, compagna di quest’avventura beneventana: una “SorA” che c’è sempre, anche quando non la vedi.
Ruth, Nunzia e Elena pronte a partire per il “Chet’s Angels World Wide Tour”.
Tre indomabili folli moschettiere alla conquista di sé stesse e del mondo.

28 maggio 2010, ore 22:00
Giardini Rocca dei Rettori – Benevento

Ruth Young voce
Pietro Condorelli chitarra
Marco Bardoscia contrabbasso

About Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si trasferisce a Milano nel 2008 e diventa un angelo custode di eventi. Lettrice appassionata, modera incontri letterari ed è stata direttore artistico di una rassegna segreta e notturna. Pratica mindfulness, mangia e beve con gusto e adora rilassarsi ascoltando musica jazz. Ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando "La Bohéme".

One thought on “I love you Ruth Young!

  1. …ho le lacrime agli occhi…Emozione Infinita, Tu, sempre…quando ti leggo, quando ti guardo, quando ti penso..
    A.L.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *