Friday Summary | A testa alta

Friday Summary

ovvero qualche consiglio per il week-end e tante altre cose belle da fare e da vedere, quando vi pare

Friday Summary

Questo è il momento di alzare la testa e guardare negli occhi chi ci circonda, mettendo bene in chiaro chi siamo e cosa vogliamo.
Sono tempi duri, in ogni senso e per parecchi di noi, inutile negarlo.
Chi siamo noi per giudicare gli altri? Perchè gli altri dovrebbero giudicarci?
Lo sappiamo che non sarà certo un post in rete a fare la differenza, ma con questo Friday Summary vogliamo ricordarvi che noi siamo unite, dalla vostra parte e dalla parte di tutte le persone che difendono il proprio diritto a essere così come vogliono essere.

Consigli di lettura e di ascolto

Lo sapete che da queste parte amiamo i libri per ragazzi.
15 ways to say I love you è il libro dell’autore israeliano Efrat Shoham con le illustrazioni di Noa Paran. Si apre con una dichiarazione accattivante: Ogni giorno, sotto lo stesso cielo, lo stesso sole, le stesse luna e stelle, probabilmente sin dalla nascita dell’umanità, le persone di tutto il mondo si dicono a vicenda – Ti amo. È così, vi consigliamo un libro dedicato all’amore per bambini dai 4 ai 120 anni. Imparerete a dire ti amo in 15 lingue diverse: in bulgaro, arabo libanese, albanese, kikongo, russo, afrikaans, turco, portoghese, taiwanese, filippino, tamil, ebraico, islandese, olandese e in esperanto.

15 ways to say i love - imnotagroupie

Lo aspettavamo con ansia ed è finalmente uscito Diventi Inventi 1997-2017 di Niccolò Fabi.
La riedizione dei suoi brani più introspettivi con una serie di chicche per chi lo ama dai tempi di Capelli, di cui racconta che il titolo iniziale era Senza Capelli.
Nella versione cofanetto, con immagine di copertina disegnata da Niccolò stesso, troviamo il libro intervista Solo un uomo, il vinile ed una serie di brani live estratti dai concerti a Pistoia per Notte Rossa / Pistoia Blues  della scorsa estate e all’Anfiteatro del Vittoriale di Gardone per Tener-a-mente.
Godetevi questo cantautore resiliente, esperto di testa alta.

L’angolo del fai-da-te
Avete del tempo libero? Provate qualche progetto DIY o una ricetta nuova

Si chiamano nastri della consapevolezza e servono per manifestare in ogni momento a favore e a sostegno di una causa per noi importante. Ogni colore ha un significato, per esempio il rosso è a sostegno della ricerca per debellare il virus dell’AIDS e in ricordo delle vittime, ma può essere utilizzato anche per esprimere il proprio sdegno nei confronti della violenza sulle donne. Quello rosa, ormai lo sapete, è per ricordare le vittime del cancro al seno, mentre quello giallo è in ricordo dei soldati caduti in battaglia e delle vittime di suicidio.
Per realizzarli bastano un pezzetto di nastro di raso del colore scelto e una piccola spilla da balia. In questo articolo del Corriere della Sera trovate qualche curiosità sul loro significato.

Friday Summary - nastri della consapevolezza
Si consumano un sacco di energie quando si devono difendere le proprie posizioni e i propri principi.
Allora ci vogliono dei dolcetti buoni ma quasi sani, con pochi zuccheri aggiunti e quell’accenno di sapori che vengono dall’Africa, terra che ogni giorno lotta per sopravvivere e ci insegna sempre qualcosa. Ecco quindi la ricetta dei Makrout proposta dalla nostra amica Monica di Un biscotto al giorno. Per prepararla servono dei deliziosi datteri, che sono ricchi di ferro e quindi ci fanno stare subito meglio e ci fanno sentire fortissime.

Friday Summary - datteri

Cosa fare a Napoli, a Milano e altrove

A Napoli, nella Cappella Palatina di Castel Nuovo, ovvero il famoso Maschio Angioino, cè la mostra dedicata ad Antonio Ligabue. Oltre ottanta opere, excursus storico e critico dell’opera di Ligabue che rappresenta una delle punte più interessanti dell’arte italiana  novecentesca. Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 19, la domenica ore 10-14. Approfittatene per visitare anche il Museo Civico in Castel Nuovo – Maschio Angioino!


Al Teatro Martinitt di Milano fino al 29 ottobre va in scena una delle nostre attrici preferite, una dea che abbiamo sempre amato: Anna Mazzamauro con la regia di Livio Galassi interpreta Divina, una commedia che ci racconta la peggior paura di una star della tv, quella di essere cancellata dal palinsesto e presto dimenticata. Ma la nostra eroina è determinata e inossidabile, farà quindi di tutto per non andare in pensione. Della serie “chi l’ha detto che c’è un’età massima per una donna di spettacolo?”. Un’interpretazione favolosa come la sua protagonista. Per informazioni cliccate QUI.

Friday Summary - Anna Mazzamauro

A Roma, sabato prossimo dalle 16.30 alle 18.30 visita ai sotterranei della Città dell’Acqua e alla Fontana di Trevi.  Si inizia con l’esplorazione del sito archeologico sotterraneo de “La città dell’acqua”, testimonianza di stratificazione di Roma. Poi si passerà alla vicina Fontana di Trevi, alimentata dallo stesso acquedotto, dove sarà possibile percorrere gli avvenimenti che hanno portato alla realizzazione della più famosa fontana della Capitale.

Lazy time
Alcuni consigli per passare il tempo

Lei non ha un nome.  E nemmeno un volto. Solo lunghi capelli rossi e lo sguardo altrove. Un progetto fotografico che ci piace moltissimo Io che guardo cose. Personale visione del mondo senza volto e senza nome. Vi ritroverete a guardare le cose e a immaginare un pensiero e un’emozione. Sarà uguale alla vostra? Esiste un sentire universale di fronte alla bellezza?

photo credits | iocheguardocose.com

Speriamo che questo Friday Summary vi abbia fatto sentire tutto il nostro sostegno e la nostra determinazione nel tenere la testa alta di fronte a qualsiasi avversità.
Non siete sole e non siete soli.
Passate un weekend sereno, vi aspettiamo qui la prossima settimana!

About Redazione

La redazione delle non-groupie è un luogo scoppiettante, dove le idee si accavallano, bisticciano, prendono forma e si liberano nell'etere. Tante menti diverse, che mettono i propri pensieri a disposizione l'una dell'altra, per creare post che raggiungano altre non-groupie ma anche tutti quei maschi che credono nel non-groupismo come stile di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *