Friday Summary | In orbita con lo Sputnik

Friday Summary

ovvero qualche consiglio per il week-end e tante altre cose belle da fare e da vedere, quando vi pare

friday summary - sputnik - imnotagroupie

Il 3 novembre del 1957 a un mese dal lancio del primo satellite della storia lo Sputnik 1, un secondo satellite artificiale fu lanciato in orbita lo Sputnik 2. A bordo c’era Laika (o meglio Kudrjavka, questo il suo nome) primo essere vivente a entrare nello spazio.
Alla cagnolina più famosa del mondo sono state dedicate canzoni e spettacoli. Noi abbiamo scelto una poesia di Wislawa Szymborska.

Laika (Kudrjavka)
Per non dimenticare
(1954 – 3 novembre 1957)
Notte inquieta di gelida brezza
dove muta vaga la cagna lunare
dagli occhi di vetro.
Cerca ancora quelle mani di gomma,
dall’odore di niente,
e quegli occhi amici
di promesse fasulle
tra il boato ed il buio.
Nel pallido bagliore di una stella
si è perso l’ultimo latrato.

La sua vita nel cielo durò poco tempo, e sappiamo che al suo istinto animale sarà sembrato lunghissimo e insensato.
E se anche per voi – come per noi – ci sono giorni infiniti e inspiegabili, gettiamo lo sguardo fuori dall’oblò magari ci stiamo perdendo uno spettacolo pazzesco.

Consigli di lettura e di ascolto

La ragazza dello Sputnik di Murakami Haruki è un romanzo d’amore che possiamo definire spaziale. Non appartengono a questo mondo le emozioni e i girotondi amorosi dei protagonisti. C’è un giovane senza nome. Lo incontriamo prima nei panni di studente, poi come maestro elementare. Nella sua vita irrompe Sumire, ragazza con il mito di Kerouac e della beat generation. Finisce per innamorarsene non ricambiato e accetta il ruolo di  confidente. Sumire, infatti, è innamorata di Myu, bellissima imprenditrice quarantenne di origine coreana. Myu, sebbene attratta da Sumire, non offre mai a questo amore una concreta opportunità a causa di un mistero nel suo passato. Così i tre protagonisti come satelliti nel cielo, si inseguono senza entrare mai in contatto. Edito in Italia da Einaudi.

la ragazza dello sputnik - friday summary - imnotagroupie

Sigue Sigue Sputnik fu una band britannica new wave formata nel 1982 da Tony James. La band ebbe tre singoli nella Top 40 UK. Il primo singolo della band, Love Missile F1-11 prodotto da Giorgio Moroder nel 1986, raggiunse il numero 3 del Regno Unito Singles Chart ed è stato un grande successo in diversi paesi europei e Asia. L’album che seguì, Flaunt It arrivò nei primi dieci nel Regno Unito e raggiunse anche il numero 96 negli Stati Uniti. L’album includeva spot pubblicitari pagati tra le tracce, venduti tra le 2.500 e 7.000 sterline.  Gli annunci pubblicitari (inclusi spot per i-D Magazine e Studio Line da L’Oréal) furono intervallati da annunci ironici tra cui uno per la società Sputnik stessa che affermava “il piacere è il nostro business”. La band si sciolse nel luglio 1989.

L’angolo del fai-da-te
Avete del tempo libero? Provate qualche progetto DIY o una ricetta nuova

Alla nostra passione per le lampade e le luci, aggiungete quella per il fai da te e i viaggi spaziali e avrete il progetto diy della settimana: la deliziosa e scenografica lampada Sputnik proposta da Tiny House Giant Life.

friday summary - sputnik diy - imnotagroupie

La ricetta di oggi non è facile ma è troppo “spaziale” per non farvela vedere! Le famose Cyber Egg di Davide Scabin, chef stellato Michelin del Combal.Zero di Rivoli (To). Un capolavoro che ha dato il via a un nuovo modo di intendere il cibo.

Cosa fare a Napoli, a Milano e altrove

A Napoli, domenica prossima alle ore 10 appuntamento ai Giardini di Babuk. Un angolo incantato della città partenopea, un tesoro nascosto, adornato di fiori e fontane, dove sono stati ritrovati affreschi e aceppi di alberi antichissimi. Al di sotto del giardino c’è un ipogeo inizialmente utilizzato per estrarre il tufo, poi cisterna d’acqua, fino ad essere impiegato in un sicuro rifugio antiaereo durante l’ultima guerra mondiale.

A Milano ritroviamo lo Sputnik nella mostra NASA – A human adventure, nello Spazio Ventura XV di Milano Lambrate. Un percorso che ci accompagna in un viaggio didattico ed emozionante, scientifico e immersivo, che va dal primo lancio nello spazio ai giorni nostri e che presenta circa 300 manufatti originali provenienti dai programmi spaziali NASA, la maggior parte di essi in prestito dal Cosmosphere International Science Education Center e dallo Space Museum e dal U.S. Space & Rocket Center, molti dei quali sono stati nello spazio.
Tutte le informazioni, orari e biglietti QUI.

NASA - A human adventure

Asiago è tra i posti migliori per vedere le stelle e il suo Telescopio 182 di Cima Ekar, il punto ideale.
L’ Altopiano di Asiago ospita i maggiori telescopi dell’Istituto Nazionale di Astrofisica sul suolo Nazionale, gestiti dall’Osservatorio Astronomico di Padova che ad Asiago ha da decenni la sua sede osservativa. Esso non  è solo un importante sito di ricerca ma anche un luogo dove il pubblico può venire a contatto con i grandi temi della moderna astronomia.
Visite guidate e eventi a tema QUI.

Telescopio Cima Ekar

Lazy time
Alcuni consigli per passare il tempo

Laika è anche uno studio di animazione americano famoso per film come Coraline e la porta magica e ParaNorman. Ora finalmente per festeggiare i 10 anni della loro nascita hanno aperto lo shop online con tutti i prodotti di merchandising legati alle loro creazioni. Ne vogliamo subito tre di queste. E voi?

Questa settimana – grazie al mercoledì festivo – è passata abbastanza velocemente. Il weekend è arrivato a tirarci fuori di casa. La vita ci aspetta fuori dall’oblò, ricordatelo.
Noi ci rivediamo qui…

About Redazione

La redazione delle non-groupie è un luogo scoppiettante, dove le idee si accavallano, bisticciano, prendono forma e si liberano nell'etere. Tante menti diverse, che mettono i propri pensieri a disposizione l'una dell'altra, per creare post che raggiungano altre non-groupie ma anche tutti quei maschi che credono nel non-groupismo come stile di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *