Friday Summary | Com’è profondo il mare

Friday Summary

ovvero qualche consiglio per il week-end e tante altre cose belle da fare e da vedere, quando vi pare

Friday Summary

Il mare d’inverno è pace e mistero.
Abbiamo immaginato di essere sedute su una spiaggia, con un thermos di tè caldo, a confidarci guardando le onde, totalmente conquistate dalla salsedine.
Da questa nostra chiacchierata immaginaria, sono nati i consigli per questo weekend.

Consigli di lettura e di ascolto
Non li abbiamo ancora letti, perchè sono appena usciti, ma siamo sicure di non sbagliare nel consigliarvi ben due libri, che trattano un tema a noi caro: l’immigrazione.
Iniziamo da Francesca Barra che con Il mare nasconde le stelle (Garzanti) ci racconta la toccante storia di Remon, quattordicenne egiziano e cristiano copto, costretto a fuggire dalla sua terra per sfuggire ad atroci persecuzioni. Dopo la traversata del Mediterraneo a bordo di uno dei tanti barconi tristemente noti, arriva in Italia, dove troverà il suo posto nel mondo, grazie all’amore di una nuova famiglia e all’incontro con i compagni di scuola che diventeranno grandi amici. Senza mai dimenticare chi ha lasciato nella sua terra d’origine.

Il mare nasconde le stelle - Francesca Barra

Ancóra di Hakan Günday (Marcos y Marcos) racconta la storia di Gazâ, un tiranno bambino, custode di una cisterna in cui vengono nascosti i migranti turchi, nell’attesa di attraversare l’Egeo per raggiungere la Grecia. Gazâ è brillante e intelligente, sogna di andare all’università ma quella vita da aguzzino, impostagli dal padre Ahad, non prevede svolte. Fino a quando, una notte tempestosa e un tragico incidente cambieranno tutto: Gazâ stringerà tra le dita la rana di carta ricevuta in dono da Cuma, clandestino afgano, e rivoluzionerà il suo destino.

Ancora - Hakan Gunday

Per accompagnarvi durante queste letture, abbiamo scelto Erik Satie, interpretato dalla pianista francese France Clidat.

L’angolo del fai-da-te
Avete del tempo libero? Provate qualche progetto DIY o una ricetta nuova
Se siete fortunati e potete passeggiare spesso sulla spiaggia, in questo periodo troverete parecchi pezzi di legno, levigati dalle onde.
Sapete che possono diventare portacandele molto suggestivi?
The Poor Sophisticate ci dice come fare.

portacandele di The Poor Sophisticate
portacandele di The Poor Sophisticate

Dove ci sono le alici, c’è sempre profumo di mare!
Con la parmigiana di patate, alici e mozzarella proposta da Sigrid del blog Cavoletto di Bruxelles, il mare arriverà in tavola in pochi minuti e con tanta semplicità.

Cosa fare a Napoli e a Milano
A Napoli, anzi per la precisione a Pozzuoli, tutti i fine settimana fino al 27 marzo sarà possibile visitare gratuitamente l’antico Rione Terra, un luogo unico per  le ricchezze archeologiche. “Tra Terra e Mare. Alle origini del gusto”  sono visite a numero chiuso, organizzate dalla Soprintendenza Archeologia della Campania, in collaborazione con il Comune di Pozzuoli. Prenotazione obbligatoria 081.19936286 prenotazioni@comune.pozzuoli.na.it
A Milano potrete tuffarvi in un mare di parole ai Frigoriferi Milanesi, dove vi aspetta la quarta edizione di Writers, il festival letterario in cui troverete mostre fotografiche, incontri con gli autori (ci sarà anche Günday, intervistato da Fabio Geda e letto da Vincenzo Costantino) e tante chiacchiere tra amici che amano i libri.

Lazy time
Alcuni consigli per passare il tempo
Charlie Loyd lavora con immagini satellitari e ha messo insieme un time-lapse della Terra con i dati inviati in un giorno dal satellite meteorologico giapponese Himawari-8. L’esperimento si chiama Glittering blu

Non è un video emozionante?
Cari amici, che il vostro fine settimana lo sia allo stesso modo, speriamo che i nostri consigli vi aiutino a renderlo tale.
Un abbraccio dalle non-groupie

About Redazione

La redazione delle non-groupie è un luogo scoppiettante, dove le idee si accavallano, bisticciano, prendono forma e si liberano nell'etere. Tante menti diverse, che mettono i propri pensieri a disposizione l'una dell'altra, per creare post che raggiungano altre non-groupie ma anche tutti quei maschi che credono nel non-groupismo come stile di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *