Food | Cene da Chef con Smartbox

Verso la fine di gennaio ho ricevuto un invito molto carino da parte di Smartbox: partecipare a una #smartboxexperience. Vi confesso che mi ha fatto molto piacere perchè adoro scoprire posti nuovi ed ero rimasta molto colpita dalla bella esperienza vissuta da Elena al Wine O’ Clock a Milano. E voi, la ricordate?

Appuntamento da O’ Break, il ristorante dell’Hotel Renaissance Mediterraneo, situato al centro di Napoli. Non ero mai stata a pranzo in un albergo a 4 stelle nella mia città, ma solo all’estero e quindi doppia curiosità per questo posto che dal nome tradisce la voglia di una cucina internazionale che sia verace e parli napoletano!

Entrando nella hall rimango molto colpita per l’aspetto estremamente accogliente,  al contrario di altri grandi alberghi, questo sembra proprio aperto alla città. Al suo interno una mostra d’arte contemporanea, un salotto  conviviale e un lounge bar. Al piano ammezzato c’è già tutto il gruppo di appassionati di cucina e ad accoglierci la gentilissima direttrice del Renaissance Mediterraneo che ci illustra il nuovo concept su cui hanno improntato l’esperienza culinaria di O’ Break.

Il ristorante ha un ambiente che rispecchia le parole della direttrice: elegante e discreto, accogliente non solo per gli ospiti dell’hotel ma anche per gli avventori esterni, magari solitari e/o che devono lavorare. Il menù destinato al pranzo si presenta davvero innovativo: ogni settimana c’è una programmazione giornaliera che per soli 11 euro consente di pranzare light con zuppe, insalate e piatti leggeri oppure assaggiare i piatti unici inventati dallo chef Pasquale De Simone.
Una scelta di rottura rispetto alla ristorazione napoletana, davvero non mi viene in mente un altro ristorante di questo livello che a Napoli possa farmi pranzare a un prezzo così basso. Ideale per una pausa pranzo lavorativa, per un pranzo di lavoro e, perchè no, per rompere la monotonia del panino mangiato di corsa tra una riunione e un’altra. E non sarà la sola sorpresa di oggi…

La Smartbox Experience

Lo chef Pasquale De Simone, originario di Vico Equense, è il padrone di casa a O’ Break, di grande esperienza e dalla visione culinaria molto precisa, ci illustra il menù che ha pensato apposta per la nostra smartbox experience:

Antipasto con tris di mare, con carpaccio di polipo, pesce spada affumicato e calamaro ai mandarini cinesi caramellati
Spaghetti aglio, olio e peperoncino ammollicato alle acciughe, accompagnato da tortino di alici e melanzane
e per finire, spuma di ricotta con crumble alle nocciole e sfoglie di cioccolato al pistacchio

Un menù creativo che rivisita i tradizionali piatti della cucina napoletana inserendoli in un contesto più internazionale.

smartbox_imnotagroupie (7)

smartbox_imnotagroupie (8)

smartbox_imnotagroupie (9)

smartbox_imnotagroupie (11)

La nostra #smartboxexperience è molto simile a quella che potrete fare con il cofanetto Cene da Chef, grazie al quale è possibile scegliere tra 880 diverse opzioni in tutta Italia, dai sapori della tradizione italiana, alle rivisitazioni in chiave fusion, fino alle sperimentazioni più ardite per un’esperienza che definirei sicuramente sensoriale e di alto livello.

Ma parliamo un po’ della struttura che ci ha ospitati, l’Hotel Renaissance Mediterraneo è situato a pochi passi dal Maschio Angioino e dal porto, edificio perfettamente integrato nel quartiere Carità costruito nel 1958. Progettato da Ferdinando Chiaromonte, il palazzo è un esempio di architettura razionalista e recentemente è stato oggetto di un recupero degli esterni e di restyling che gli hanno restituito l’eleganza originaria. Immaginate 6 piani con 189 camere di cui 5 suites, un roof-garden dotato di vasche idromassaggio vista mare e vista Castel Sant’Elmo, e la terrazza mozzafiato da cui godere non solo del porto ma anche del panorama inedito dei tetti della città.
Un luogo incantevole, per i turisti ma anche per gli stessi napoletani, che da O’ Break potranno scoprire ottimi sapori e regalarli con una Smartbox alle loro persone speciali.

smartbox_imnotagroupie (1)

smartbox_imnotagroupie (3)

smartbox_imnotagroupie (2)

smartbox experience

smartbox_imnotagroupie (22)

smartbox_imnotagroupie (25)

smartbox_imnotagroupie (23)

smartbox_imnotagroupie (24)

smartbox_imnotagroupie (26)

smartbox_imnotagroupie (15)

smartbox_imnotagroupie (17)

smartbox_imnotagroupie (12)

smartbox_imnotagroupie (14)

markettalight

About Nunzia Arillo

Sociologa, communications manager e, soprattutto, napoletana. Costantemente impegnata nella lotta tra serio e faceto. Riempie la sua vita - con la stessa intensità - di innovazione, libri e caffè. Non si ferma davanti a niente, nemmeno di fronte all'etichetta "lavare solo a secco". Crede nella reincarnazione e nella prossima vita vorrebbe essere manichino da Bergdorf Goodman. E' sedotta dal lusso, ma conosce la parola "mercatino" in tutte le lingue del mondo. Scrive sempre e ovunque pure su rotoloni asciugatutto (true story), non meravigliatevi di trovare la sua firma su magazine di musica, moda e luxury. Mollerebbe tutto per seguire Ivano Fossati ma la sua unica divinità è Stevie Wonder. La mattina si sveglia con il sorriso ma non dovete parlarle prima del caffè. Adora i numeri dispari, ma le piace ordinare le cose per 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *