Buon (non) compleanno a ME e datemi un mojito

Oggi è il mio compleanno, sono anni che non lo festeggio. Sì lo confesso.
Non amo festeggiare, non per paura degli anni che passano. Forse per malinconia.
Non mi piace soffiare sulle candeline. Non bado alle telefonate di auguri, ai messaggini e alle canzoncine stonate. In più detesto le feste a sorpresa, al pari degli abbracci fasulli e delle ballerine rasoterra.
Sono strana, dice qualcuno. E me ne vanto, rispondo io.

L’unica attenzione che dedico alla mia collezione di anni non avviene di certo il 15 aprile ma una domenica ballerina tra marzo e aprile. E il bello è che non so mai qual è…
(ditemi che nemmeno voi sapete come calcolare quando viene la Pasqua ogni anno, please).
Insomma, per ribadire la mia stranezza al mondo, io “festeggio” il mio non-compleanno la domenica delle palme di ogni anno. Lasciandomi stupire ogni volta 🙂

Qualche giorno fa TimeHop – una splendida app che vi farà balzare nei vostri ricordi social- ho ritrovato un lungo post che scrissi di getto su Facebook in una domenica delle palme degli anni passati.

per ricordare la piccola follia del mio non compleanno.

 Stamattina mi è venuta in mente una storia del mio non compleanno.
Sono nata la domenica delle palme e mia madre mi ha sempre festeggiata in questo giorno, non importava che variasse di anno in anno.
In queste domeniche speciali, io ero la principessa e lei – dopo avermi preparato una cioccolata bollente – iniziava a raccontarmi la storia della mia nascita.
Dal travaglio iniziato il sabato guardando in tv Lola Falana, alla disputa su come dovessi chiamarmi.  Tre le opzioni: Nunzia come entrambe le nonne, Lola come la show girl oppure Palmira in onore di questo giorno.
E su Palmira i nonni si opposero, benché uno dichiaratamente di destra e l’altro marxista-leninista (quello che mi ha allevata), entrambi non riuscivano a digerire che mi chiamassi come Togliatti.
Tipico della mia famiglia, andare d’accordo su basi completamente opposte. Forse la mia natura ambivalente nasce proprio così. E niente…auguri a ME!

E visto che sono strana e ambivalente, oggi non è il mio compleanno. E considerato che da circa 13 anni non bevo cioccolata calda, portatemi un mojito e io vi ringrazierò con un sorriso 🙂

mojito per non compleanno

Ho scritto questo post ascoltando:

About Nunzia Arillo

Sociologa, communications manager e, soprattutto, napoletana. Costantemente impegnata nella lotta tra serio e faceto. Riempie la sua vita - con la stessa intensità - di innovazione, libri e caffè. Non si ferma davanti a niente, nemmeno di fronte all'etichetta "lavare solo a secco". Crede nella reincarnazione e nella prossima vita vorrebbe essere manichino da Bergdorf Goodman. E' sedotta dal lusso, ma conosce la parola "mercatino" in tutte le lingue del mondo. Scrive sempre e ovunque pure su rotoloni asciugatutto (true story), non meravigliatevi di trovare la sua firma su magazine di musica, moda e luxury. Mollerebbe tutto per seguire Ivano Fossati ma la sua unica divinità è Stevie Wonder. La mattina si sveglia con il sorriso ma non dovete parlarle prima del caffè. Adora i numeri dispari, ma le piace ordinare le cose per 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *