#be40behappy | Relax alle Terme di Saint Vincent

Ormai l’ho detto e ridetto, fino a farvi annoiare: sto affrontando un periodo piuttosto stressante in ufficio e la stanchezza ha ormai raggiunto livelli da “chi sono? dove abito? cosa ci faccio qui?.

Ogni settimana mi riprometto di ritagliare un po’ di tempo quotidiano per me stessa, per leggere, per vedere gli amici, per andare a camminare, per curare la mia mente con la mindfulness e  il mio corpo con i prodotti più rigeneranti, e invece finisco con il continuare ad arrivare a casa tardissimo, senza avere poi la forza e la lucidità mentale per fare qualcosa che mi aiuti a staccare davvero dai pensieri professionali.

Lo scorso weekend mi sono venute in soccorso le Terme di Saint Vincent, che mi hanno invitata a trascorrere un intero pomeriggio tra vasche di acqua calda e preziose coccole.
Sabato sono entrata nella SPA poco dopo pranzo, ho indossato il morbidissimo accappatoio bianco e le ciabattine antiscivolo (utilissime per un’imbranata come me!) messi a disposizione dalla struttura e mi sono goduta ben quattro ore di assoluto relax!

Terme di Saint Vincent

Ho iniziato tuffandomi in Evya, la vasca più grande con acqua a 34°c, dove un getto d’acqua energico mi ha aiutata a sciogliere la tensione a collo e spalle, poi sono passata a Tyla, la vasca di reazione con temperatura a 27°c, per dare una sferzata di energia e cancellare in pochi minuti tutta la stanchezza accumulata nelle ultime settimane.
Quindici minuti nella sauna finlandese, per espellere le tossine e “pulire” il corpo dall’interno e poi, con uno slancio piuttosto coraggioso vista la temperatura esterna, sono salita al solarium, dove una delle tre jacuzzi è diventata il mio regno per parecchi piacevoli minuti.

Terme di Saint Vincent

Terme di Saint Vincent

Ridiscesa all’interno, mi sono rilassata guardando il panorama da Egeria, la vasca a 32° con vista sulla vallata e mi sono dissetata con una deliziosa tisana ai frutti rossi nell’area relax, in attesa di finire sdraiata su un comodo lettino, sotto le mani di un’operatrice esperta, che mi ha coccolata con un suggestivo candle massagge rilassante.

Terme di Saint Vincent

Terme di Saint Vincent

Ormai sciolta come il burro a ferragosto, mi sono infilata nel bagno di vapore (il mio preferito!), dove al buio e in silenzio ho assaporato fino in fondo il qui e ora, allontanando tutti i pensieri pesanti.

Sceso il buio sulla vallata, perchè non chiudere questa favolosa esperienza con una nuotata nella vasca panoramica esterna Verny con acqua a 36°? Un finale davvero suggestivo, degno di un pomeriggio all’insegna del benessere vero.

Alle Terme di Saint Vincent trovate anche la sauna soft e quella mediterranea, le docce breeze, le docce emozionali. la cascata di ghiaccio e tantissimi trattamenti per il corpo.

Un’idea per la notte di San Silvestro?
Coccole alla SPA, brindisi di mezzanotte, buffet e musica, per iniziare l’anno nel migliore dei modi, prendendovi cura di voi stessi e di chi amate.

Grazie Terme di Saint Vincent, tornerò presto a farmi viziare, perchè noi quarantenni sorridenti ma un pochino (troppo) wotkaholic una cosa l’abbiamo davvero capita: nulla è più importante del nostro stare bene.

Per informazioni:
Terme di Saint Vincent

tel. 0166.511223
info@termedisaintvincent.it

Ho scritto questo post ascoltando:

markettalight

About Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si trasferisce a Milano nel 2008 e diventa un angelo custode di eventi. Lettrice appassionata, modera incontri letterari ed è stata direttore artistico di una rassegna segreta e notturna. Pratica mindfulness, mangia e beve con gusto e adora rilassarsi ascoltando musica jazz. Ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando "La Bohéme".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *