#be40behappy | Una pera e l’AntiGravity Yoga

No, non parliamo di una nuova dieta. La pera non è un frutto, la pera sono io.

Prologo

Inizio storia triste. Sono stata la bambina che odiava correre, la liceale con l’esonero da educazione fisica, l’adolescente che non ambiva al posto nella squadra di pallavolo. Insomma, a me lo sport non è mai piaciuto, non ne ho mai tratto soddisfazione e le poche cose che ho fatto, le ho fatte per sfidare chi mi diceva che non sarei riuscita a farle. Vedi quella volta del team building e della parete da scalare…
Fine storia triste.

Però sono una donna che si butta!

Buttarsi nell’AntiGravity Yoga

Vi racconto questo per darvi il quadro della situazione e per farvi capire perchè Ilaria ci ha messo oltre un anno per convincermi a provare le sue amache e l’AntiGravity Yoga. E’ mia amica da molti anni e io ho molto apprezzato il suo percorso: amante dello sport e della palestra da sempre, una serie di diplomi fitness ed esperienze di insegnamenti già in mano, lascia il lamento che palle il mio lavoro! alle altre e inizia degli studi molto seri e professionali per certificarsi ufficialmente secondo i dogmi di Christopher Harrison, fondatore nel 2007 di questa disciplina.

Sul sito di Ilaria e sulla sua pagina facebook trovate tutte le info corrette su cosa sia l’AntiGravity Yoga e su che benefici abbia appendersi alle amache. C’è anche un’utilissima sezione FaQ per capire se fa per voi. Vi dico solo che su postura, tonicità, ritenzione e autostima, è una manna dal cielo!

antigravity_yoga_imnotagroupie_3

Torniamo alla mia esperienza. Mi vesto di nero, attillata e agguerrita come Eva Kant prima di un grande colpo, e mi presento con due gocce di pregiudizio ed una spruzzatina di diffidenza. Mi porto dietro anche i miei figli, cavalieri in caso di necessità e scusa fantastica per eventuale fuga. Mi piace dal primo momento! Sono meravigliata ma già il solo salire e riuscire nei primi esercizi mi dà una spinta emotiva. Il dondolio non mi infastidisce ma mi calma. Il rosso dell’amaca diventa una sfida da corrida e la voce di Ilaria un mantra che mi indica la via. Partiamo dagli esercizi iniziali e preparatori, passiamo a delle posizioni più avanzate chiamate inversioni, senza che io abbia visioni o invochi un allarme bomba con evacuazione immediata. Le inversioni sono una gran figata (termine tecnico) perchè parti da una posizione, non so come ti incastri con l’amaca, ti dai una spinta e scaprioleggi ritrovandoti in un’altra posizione. Una soddisfazione enorme.

antigravity_yoga_imnotagroupie_6

antigravity_yoga_imnotagroupie_1

antigravity_yoga_imnotagroupie_2

Ci provano anche i ragazzi, è una gara tra noi tre a chi riesce meglio e io per la prima volta in vita mia mi sento capace e soddisfatta, in grado di gestire il mio corpo seguendo dei comandi. La sensazione di benessere che ho provato mi ha accompagnata per tutta la giornata e ho capito perchè gli alunni di Ilaria le facciano la posta sotto casa per appendersi a tutte le ore!

Il difficile è ciò che si può fare subito; l’impossibile, è quello che richiede un po’ più di tempo.
(George Santayana)

Inizierò presto un percorso di Antigravity e mi farò seguire personalmente in lezioni individuali per lavorare secondo le mie specifiche necessità. Non escludo di partecipare a una classe, potrei non vergognarmi mai più della mia goffaggine e fare pace per sempre con l’esercizio fisico, anche in presenza di altre donne. Sogno i miei secondi #40 anni da tonica e consapevole donna allenata. Grazie Ilaria, hai fatto una gran cosa con me, spargerò il verbo alle mie amiche. Credo ne scriverò sul blog! 😉

antigravity_yoga_imnotagroupie_4

About Agnese Scarito

Mamma di gemelli, digital pre-Social, sostenitrice del tacco 12 ma proprietaria di Birkenstock. Leggo, ascolto, scrivo e lavoro in ordine sparso. Ho fissazioni anziane come Mina, Cesare Pavese e le auto. Amo i cambi Steptronic ma la mia macchina preferita è una Giulietta del '59. Mi appassiono di quasi tutto, se chi me lo racconta ha passione. Quindi scrivo per passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *