App | Milkman ti consegna i pacchi quando vuoi tu

Mi piacciono le app create per risolvere i problemi della vita quotidiana.
Vivo in una grande città, sto in ufficio tutto il giorno e ricevo un sacco di pacchi, per il mio sconsiderato amore per lo shopping online e perchè fare la blogger vuol dire anche essere sommersa di libri e altri prodotti da recensire.

Quando ho scoperto Milkman, l’app che si occupa di consegnare i pacchi nell’esatto momento in cui noi siamo disponibili a riceverli, ho applaudito con entusiasmo.
L’idea alla base è davvero semplice, come spesso accade alle intuizioni geniali. Ad averla sono stati due italiani, Antonio Perini e Tommaso Baù, che con questa idea apparentemente banale hanno colto un’esigenza molto sentita da chi, come me, non può correre per tutta la città a ritirare dei pacchi.

COME FUNZIONA MILKMAN?

Hai visto un fantastico abito su Asos e vuoi ordinarlo?
Un bellissimo gioiello fatto a mano da un’artigiana in vendita su Etsy?
Sei tentata di ordinare tutto ma, come sempre, sai che non sarai a casa a ricevere il pacco e poi ti toccherà passare il sabato a girare per uffici postali, o ancora peggio prendere un permesso dal lavoro per andare in qualche sede di un corriere qualsiasi, sperduta chissà dove?
Se scarichi l’app Milkman ( iOS e Android) e ti iscrivi inserendo i tuoi dati, ti verrà fornito un indirizzo personalizzato, che potrai indicare per ricevere i tuoi pacchi.
Quando farai un ordine di qualsiasi merce, invece di indicare il tuo indirizzo per la spedizione, potrai dare l’indirizzo Mikman.

Milkman

Milkman riceverà il tuo pacco e ti avviserà immediatamente dell’arrivo.
A questo punto, sempre utilizzando l’app, potrai controllare la giacenza del pacco e programmare una consegna personalizzata, nella fascia oraria più pratica per te.
Milkman arriverà esattamente quando lo vuoi tu, avvisandoti per tempo del suo arrivo, in modo che tu non ti faccia trovare in ciabatte, con la maschera sul viso e la camicia da notte della nonna.

Milkman

Milkman

Il costo di base del servizio è di 2,90 euro se si indica un’ampia fascia temporale per la consegna, mentre i prezzi aumentano e possono arrivare fino ai 7,90 euro, se si indica un orario di consegna molto preciso.
Il servizio è attivo dal lunedì al sabato, tra le 10 e le 22.
Non vuoi far venire Milkman a casa tua? Fallo venire al parco, in pizzeria o dove ti pare!
I Milkmen ti raggiungono ovunque, spesso a bordo di veicoli elettrici, nella fascia oraria che hai indicato.

PERCHÈ UTILIZZARE MILKMAN?

Perchè, come me, a casa non hai la portineria e in ufficio ti guardano tutti male quando arriva un corriere.
Perchè puoi accumulare i pacchi e farteli consegnare in un’unica soluzione, pagando sempre lo stesso prezzo perchè Milkman non chiede spese aggiuntive né per la lunghezza della giacenza né per il numero di colli, ottimizzando quindi sia tempo che denaro.
Perchè Milkman pensa all’ambiente e utilizza anche veicoli elettrici, quindi le consegne dei nostri pacchi non peggioreranno troppo l’aria di Milano (anche perchè, peggio di così, ci toccherebbe andare in giro con la bombola d’ossigeno).
Perchè da oggi il servizio arriva fino all’hinterland milanese, quindi se lavori a Milano o altrove ma abiti a Sesto San Giovanni, alle dieci di sera puoi comodamente ricevere il tuo pacco a casa.
Perchè Milkman ti facilita la vita, e questo non è mica poco al giorno d’oggi.

zone di consegna Milkman
le nuove aree di consegna Milkman

Insomma, cosa stai aspettando?
Scarica l’app e iscriviti, così avrai subito in omaggio i primi 5 euro per iniziare a farti consegnare i pacchi quando e dove vuoi.

markettalight

About Elena Giorgi

Emiliano-romagnola, ragazzina negli anni ’80, si trasferisce a Milano nel 2008 e diventa un angelo custode di eventi. Lettrice appassionata, modera incontri letterari ed è stata direttore artistico di una rassegna segreta e notturna. Ha fondato www.lalettricegeniale.it per dedicarsi con slancio e perseveranza ai libri e alla lettura. Pratica mindfulness, mangia e beve con gusto e adora rilassarsi ascoltando musica jazz. Ogni giorno sceglie di sorridere. È meno cattiva di quello che sembra e vorrebbe morire ascoltando "La Bohéme".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *