Musica | Gli ascolti di aprile

La musica di aprile è dedicata al recupero, al riascolto. Come cassette  – chi se le ricorda? – che si riavvolgono. Scoperte nell’angolo della libreria con i nomi più assurdi. Ritornano alla mente e al cuore, con un balzo degno del felino della savana. Eccoli, dunque, gli ascolti di aprile e anche voi – come me – fremerete un po’ al ricordo.

PRINCE – SIGN O’ THE TIMES

musica - prince - imnotagroupie

Ad aprile cadono importanti anniversari, un anno senza Prince e trenta – dico 30! – dall’uscita di quel capolavoro di Sign o’ the times. La produzione musicale di Prince è come un labirinto dalle strade infinite e dalle molteplici combinazioni di generi, ispirazioni e tematiche. Una cascata che sembrava inarrestabile, sebbene tra cause con le case discografiche e incertezze. In quella discografia che annovera trentanove album e decine di progetti paralleli, band, Sign o’ the times brilla come un diamante.  Anzi come un intero forziere del tesoro. Un doppio album che ha fatto la storia, probabilmente l’ultimo disco prima dell’avvento dell’hip-hop che già lo preconizzava. Prince, ovviamente, ci fa vibrare suonando quasi tutti gli strumenti e attraversando tutti i generi: rock, pop, soul e funk. Vi ricordo It’s gonna be a beautiful night, la prima canzone dal vivo che abbia mai inserito in un album. Il brano nacque da una jam session con la band che lo aveva accompagnato fino ad allora, un addio e un grazie.

CASSIUS – GO UP

musica - cassius - imnotagroupie

L’anno scorso – dopo un silenzio lungo dieci anni – sono tornati i Cassius. Dopo una fase da produttori e con qualche incertezza di una scena dominata dai Daft Punk, hanno scelto di restare sospesi tra l’attualità e le sonorità un po’ démodé. Ibifurnia è un disco che si ascolta con piacere. Senza particolari intoppi e pensieri, vi lascerete andare. Go up, tra le altre, incardinata sul funk pop, mette a patrimonio le voci di due fighi assoluti come Pharrell Williams e Cat Power. Il video è una chicca girata da Alexandre Courtès.
Sito ufficiale e pagina Facebook

CRISTINA DONÀ – TREGUA 1997-2017 STELLE BUONE

musica - cristina donà - imnotagroupie

Venti anni dopo, le stelle buone ritornano sul cammino di Cristina Donà. Compie, infatti, venti anni tondi tondi il suo primo album Tregua, che la fece subito conoscere per la sua poetica elegante.  Un tour per celebrare questo disco prodotto da Manuel Agnelli, che è diventato un punto di riferimento per il rock di matrice mediterranea.

Voglio festeggiare l’affetto che il pubblico mi ha riservato a partire dal mio primo album; l’accoglienza che ebbe subito, appena uscito; l’influenza che Tregua e la mia musica hanno avuto su molti artisti delle nuove generazioni.

L’omaggio alle canzoni contenute in Tregua sarà accompagnato dai brani iconici della Donà e da alcune cover italiane e internazionali. Per le date del tour sito ufficiale e  pagina Facebook. Qui sotto in live alla Salumeria della Musica a Milano.

Avete già ascoltato questi album? Fanno parte dei vostri ricordi? Vi è capitato di riascoltare qualcosa che volete consigliarci? Vi aspettiamo qui sotto o sulla  pagina Facebook di I’m not a groupie.

 

About Nunzia Arillo

Sociologa, communications manager e, soprattutto, napoletana. Costantemente impegnata nella lotta tra serio e faceto. Riempie la sua vita - con la stessa intensità - di innovazione, libri e caffè. Non si ferma davanti a niente, nemmeno di fronte all'etichetta "lavare solo a secco". Crede nella reincarnazione e nella prossima vita vorrebbe essere manichino da Bergdorf Goodman. E' sedotta dal lusso, ma conosce la parola "mercatino" in tutte le lingue del mondo. Scrive sempre e ovunque pure su rotoloni asciugatutto (true story), non meravigliatevi di trovare la sua firma su magazine di musica, moda e luxury. Mollerebbe tutto per seguire Ivano Fossati ma la sua unica divinità è Stevie Wonder. La mattina si sveglia con il sorriso ma non dovete parlarle prima del caffè. Adora i numeri dispari, ma le piace ordinare le cose per 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *